Viareggio/ Esplosione alla stazione, si ipotizzano molte vittime

Pubblicato il 30 Giugno 2009 1:44 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2009 4:54

Esplosione  su un treno cisterna portatore di gas gpl alla stazione di Viareggio, poco prima della mezzanotte. I Vigili del Fuoco rendono noto che sono crollate alcune palazzine. Un bambino è stato estratto vivo dalle macerie di uno degli edifici colpiti dall’incendio.

Il bilancio provvisorio, secondo la Prefettura di Lucca ed i Vigili del Fuoco, è di sei morti e trentacinque feriti con ustioni gravissime (alcune per il 90% del corpo), più altre persone coinvolte meno seriamente.

I pompieri cercano di domare le fiamme alla stazione di Viareggio, dopo l'esplosione di un treno

I pompieri cercano di domare le fiamme alla stazione di Viareggio, dopo l'esplosione di un treno

Fonti della Prefettura di Lucca hanno riferito all’Ansa che «Sarebbe stato il cedimento strutturale dei vagoni a causare il deragliamento del treno». Il treno-merci era formato da quattordici vagoni e le Ferrovie dello Stato rendoto noto che cinque di essi sono deragliati.

Il racconto dei macchinisti all’Ansa: «La cabina è stata invasa dal gas, ma siamo riusciti a scappare. Siamo vivi per miracolo».

Sono circa trecento i Vigili del Fuoco impegnati nelle operazioni ed è stato allestito un centro di pronto soccorso davanti alla sede del Comune. Qui verranno curati i feriti meno gravi, per non intasare l’ospedale Versilia dove sono ricoverati i casi più importanti.