Voli di Stato, il governo mette il segreto. Personale alle dipendenze dei servizi

Emiliano Condò
Pubblicato il 1 Luglio 2009 - 10:15 OLTRE 6 MESI FA

Voli di stato Top Secret. Questa l’ultima iniziativa del governo per proteggere la privacy del presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Così veline, soubrette, ballerine e cantori potranno essere ospitati nel massimo riserbo a spese dei contribuenti. Secondo l’iniziativa dell’esecutivo, il personale che si occupa dei voli di stato sarà completamente alle dipendenze dell’Intelligence.

Provvedimento motivato da non meglio precisate ragioni di  «sicurezza e ri­servatezza». Così, se prima era possibile, per l’autorità giudiziaria accedere alle liste dei passeggeri in seguito ad una “richiesta motivata”, ora l’iter si complica ulteriormente e comunque ci si potrà sempre opporre alla consegna.

La richiesta di oscurare le liste dei voli di stato segue di un mese la richiesta del premier al garante del­la Privacy di sequestrare le foto scattate dal scattate dal re­porter sardo Antonello Zappa­du a Villa Certosa e all’aeropor­to di Olbia.

La decisione sul personale addetto dei voli di Stato dovrà  essere comunicata al Copasir, il comitato di controllo parla­mentare, che ha già avviato un’in­dagine sulle misure di prote­zione del premier e sull’utilizzo degli aerei dell’Aeronautica.