Albano e Romina, di nuovo insieme contro l’assessore di Vendola

Pubblicato il 23 agosto 2012 21:42 | Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2012 22:21
Albano Carrisi e Romina Power anni 90

Albano Carrisi e Romina Power (Lapresse)

BARI – Romina Power scrive una lettera al governatore della Puglia Nichi Vendola, contro gli scarichi fognari a mare. L’assessore alle opere pubbliche, Fabiano Amati, le riserva una risposta al vetriolo. E Albano non può trattenersi: intervenuto in difesa dell’ex moglie il cantante ha infiammato una querelle di impronta ambientalista che finora è andata avanti a suon di citazioni musicali, dal “Ballo del qua qua” alla celeberrima “Felicità”.

I due sono di nuovo insieme, dallo stesso lato della barricata, in nome di una parola con la A maiuscola, che non è amore, ma ambiente. Qualche giorno fa, quando la Power aveva scritto a Vendola, per esprimere la sua contrarietà all’impianto di depurazione sulla costa di Manduria, dall’assessore Amati erano giunte queste parole: “La storia della depurazione non è come il ballo del qua qua”.

Amati utilizza un registro che non piace ad Albano: poco gentile oltre che inappropriato come la citazione canora. Ma proprio a proposito del “Ballo del qua qua” l’artista di Cellino San Marco ha voluto ricordare che si tratta di un “successo mondiale che non era una canzone per bambini ma faceva il verso proprio ai politici che proponevano solo ‘qua qua qua’ e papere di vario tipo, senza concludere granché, costruendo un futuro che è quello che oggi viviamo”.

Poi l’invito: ”Venga a Torre Guaceto – ha proposto Albano – a scoprire un’oasi che rischia di divenire una cloaca. Faccia in modo che quello che succede a Torre Guaceto, non si ripeta sul nostro Mar Ionio. Io amo la Puglia. E non sono il solo”.

L’ultima parola l’ha avuta Amati: ”Chi è distante da noi e da Albano è il punto di vista della signora Power – ha chiosato – che evidentemente vorrebbe che la marina di Manduria ed Avetrana resti contaminata come è adesso”. Idem per Brindisi: ”Il che – ha proseguito l’assessore – sarebbe come non mettere in esercizio il depuratore di Carovigno, lasciando nell’inquinamento Torre Guaceto”. Amati ha quindi auspicato che ”anche la signora Power possa ricongiungersi presto con noi in queste iniziative che alla lunga danno Felicità, come sanno bene tutti quelli che la cantano”.

Magari i due cantanti torneranno a far vibrare insieme le loro corde vocali in nome della salvaguardia ambientale?