Alluvione in Veneto: il satellite mostra l’eccezionalità dell’evento

Pubblicato il 11 Novembre 2010 13:45 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 13:45

I quattro satelliti CosmoSkyMed lanciati in orbita a a 637 chilometri d’altezza dall’Agenzia spaziale italiana scandagliano il suolo con i radar e mostrano quanto l’alluvione che ha colpito il Veneto nei giorni scorsi sia stata un evento davvero eccezionale.

Le rilevazioni continuate anche nei giorni successivi hanno fornito delle mappe dettagliate sull’intero territorio coinvolto, con elaborazioni relative anche alla misura del livello delle acque e ai danni alle strutture civili, economiche e agricole. Tutte questo materiale è ora diventato particolarmente prezioso nell’organizzazione degli interventi e la gestione dell’emergenza.

“Anche in questa grave calamità che ha colpito il Veneto – sottolinea il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Enrico Saggese – Cosmo-SkyMed ha mostrato le sue capacità di supporto determinante per interventi tempestivi, accurati e puntuali nelle operazioni di protezione civile. Il nostro sistema di Osservazione della Terra è diventato a livello nazionale e internazionale un vero strumento operativo per tutte le istituzioni specie negli scenari più critici”.

Ecco una delle immagini fornite dai satelliti: