Ambiente, in 5 anni il mondo ha perso il 3 per cento delle sue foreste

Pubblicato il 27 Aprile 2010 10:03 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2010 10:03

La Terra vista da un satellite svela i suoi segreti, a volte però le scoperte possono essere amare. L’ultimo dato ci dice che in 5 anni, tra il 2000 e il 2005, il mondo ha perso il 3% delle sue foreste, pari a un’area di 1 milione di chilometri quadrati, più di 3 volte quella dell’Italia. Lo afferma uno studio basato sulle immagini satellitari e pubblicato dalla rivista Pnas.

I ricercatori dell’università del Sud Dakota e di quella di Syracuse hanno esaminato le immagini di diversi satelliti nel periodo considerato, elaborando un sistema matematico che permettesse di stimare la variazione della superficie delle foreste. Secondo lo studio in tutto il pianeta le aree ricoperte da foreste sono scese di 1 milione e undicimila chilometri quadrati, rispetto a quasi 33 milioni del 2000.

A livello di singoli paesi in cima alla lista dei cattivi c’é il Brasile, che ha perso 165mila chilometri quadrati, seguito dal Canada con 160mila. Gli Usa sono quarti in questa classifica, ma sono il singolo stato che ha perso in percentuale più foreste, il 6%. Su scala continentale il Nord America è quello che ha la maggiore perdita, seguito da Asia e Sud America. L’Europa è penultima, seguita dall’Oceania. Il nostro continente ha rinunciato al 2,8% del suo patrimonio di alberi, corrispondente a 86mila chilometri quadrati.

“I nostri risultati confermano che in tutto il pianeta si stanno perdendo grandi quantità di foreste – scrivono gli autori dello studio – bisogna dire però che questo metodo non distingue fra le perdite naturali e quelle dovute all’uomo”.