Antartide, Iceberg alla deriva verso la Nuova Zelanda

Pubblicato il 25 Novembre 2009 8:49 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2009 8:49
Iceberg

Iceberg

Un flotta di centinaia di iceberg staccatisi dalla banchisa dell’Antartide va alla deriva verso la Nuova Zelanda e può presentare rischi per la navigazione. L’Autorità marittima neozelandese, di conseguenza, ha emesso avvisi ai naviganti invitando alla cautela.

Gli iceberg viaggiano ad una velocità di circa 25 km al giorno e più si avvicinano, ha detto il direttore dei servizi di sicurezza Nigel Clifford, più crescono i rischi, quando si frammentano e galleggiano in superficie. Ha tuttavia osservato che l’area non è parte di rotte marittime importanti ed è attraversata solo da pescherecci e da alcune navi da crociera, che tengono sotto osservazione il ghiaccio galleggiante.

L’iceberg più vicino è alto circa 30 metri e si trova a 280 km dall’isola meridionale della Nuova Zelanda. I satelliti hanno rilevato circa 130 blocchi galleggianti. Secondo l’oceanografo Mike Williams gli iceberg vengono dalla banchisa del Mare di Ross, dove nel 2000 si staccò un banco grande quanto la Francia. Il distacco degli iceberg è frutto del riscaldamento del pianeta: le temperature in Antartide, ha concluso Clifford, sono aumentate di 3 gradi in 60 anni.