Burian è arrivato, gelo sull’Italia: neve e temperature in picchiata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 febbraio 2018 8:05 | Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2018 8:05
Burian è arrivato: neve e temperature in picchiata (foto Ansa)

Burian è arrivato: neve e temperature in picchiata (foto Ansa)

ROMA – Burian – il vento gelido siberiano – è arrivato in Italia. E le temperature sono in picchiata da Nord a Sud.

La Protezione Civile ha emesso oggi una nuova allerta che interesserà inizialmente le regioni settentrionali per poi estendersi al Centro e al Sud. Ed è allerta anche per la circolazione: le nevicate potranno interessare oltre 1.500 chilometri di tratte autostradali in diverse regioni: la Società autostrade ha già attivato il piano anti neve.

A Roma è arrivata la neve. Oggi nella capitale le scuole (e le università) resteranno chiuse. Per i romani è stato un risveglio sotto la neve.

A Trieste le raffiche di bora hanno raggiunto i 130 chilometri orari e la Protezione civile ha diramato un’allerta gialla per la giornata di oggi.

In Trentino Alto-Adige si segnalano deboli precipitazioni . Nevica a  Trento.

In Piemonte sono previste punte di 8-10 gradi sotto zero previste per oggi. Il rischio valanghe è alto e sono stati chiusi i valichi alpini.

In Liguria, un leggero nevischio ha interessato la costa genovese. La protezione civile del Comune ha avviato l’operazione di spargimento sale sulle strade principali, sulle alture e nelle vie in prossimità degli ospedali della città. Le Cinque Terre sono imbiancate.

La protezione civile dell’Emilia-Romagna prevede temperature sotto zero nelle prossime ore.

In Toscana l’allerta gialla è prorogata fino alla serata di lunedì. Nevica sulle colline del Chianti e dell’Empolese Valdelsa. Neve anche a Livorno.

In Abruzzo oggi saranno chiuse le scuole nei quattro capoluoghi e nei tre atenei, oltre che in numerosi comuni più piccoli. Divieto di transito dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate deciso dalle prefetture dell’Aquila e Teramo.

Oggi rimarranno chiuse le scuole anche in molti comuni delle Marche, dell’Umbria e della Gallura.

La Protezione civile della Regione Campania si sta preparando per l’arrivo del grande freddo e ha diramato un avviso di criticità per “anomalia termica negativa” a partire dalla mezzanotte: si prevedono nevicate a quote superiori ai 300 metri e localmente anche in pianura con gelate persistenti.