Burrasca di vento, raffiche a 200 km/h tra Piemonte e Valle d’Aosta. Feriti nelle Marche e in Abruzzo

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Febbraio 2020 12:14 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2020 13:39
Burrasca di vento a 200 chilometri orari tra Piemonte e Valle d'Aosta. Per domani allerta meteo in Liguria

Burrasca di vento a 200 chilometri orari tra Piemonte e Valle d’Aosta (Foto Ansa)

TORINO  –  Annunciato, il vento è arrivato al Nord e al Centro Italia, facendo anche un ferito nelle Marche. Una burrasca di vento si è abbattuta sulle Alpi: tra Piemonte e Valle d’Aosta all’alba le raffiche hanno sfiorato i 200 chilometri orari. Il record nel Gran Paradiso, alla Gran Vaudala, 3272 metri di altitudine nelle Alpi Graie: l’anemometro dell’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) ha registrato 199,8 chilometri orari.

Venti burrascosi anche sulle montagne olimpiche: sul monte Fraiteve, tra Sestriere e Cesana, 151 chilometri orari; in Valle di Susa 126 chilometri orari a Giaglione (Torino); nel Verbano-Cusio-Ossola 91.8 chilometri orari sul Mottarone. Vento fortissimo anche nel Cuneese, a 106 chilometri orari al Colle della Lombarda, a Vinadio , e nell’Alessandrino, al confine con la Liguria, con 83 chilometri orari registrati a Cabella Ligure.

In pianura raffiche a 75 chilometri orari a Pinerolo (Torino), 68 a Villanova Solaro (Cuneo). All’aeroporto di Caselle 54 chilometri orari. La burrasca dovrebbe acquietarsi solo mercoledì 5 febbraio. Intanto ancora caldo anomalo in pianura: alle 9:30 di martedì 4 febbraio nel centro di Torino il termometro aveva già superato i 16 gradi (ieri la massima è stata di 26.6 gradi). In montagna, invece, quota neve in brusco calo, da 1700 a 700-800 metri. 

I collegamenti marittimi con l’Isola d’Elba sono stati sospesi a causa del forte vento di ponente che sta soffiando nel canale di Piombino (Livorno). L’ultimo traghetto approdato a Portoferraio è arrivato a banchina alle 12:05. Dalla capitaneria di Portoferraio confermano che le condizioni meteo prevedono un peggioramento fino al tardo pomeriggio, con vento da ovest forza 8 e mare mosso in rapido aumento. Raffiche da ovest di 30-35 nodi anche a Livorno fino a stasera, spiegano dall’Avvisatore Marittimo, con operazioni portuali un po’ a rilento. Interrotto per avverse condizioni anche il collegamento con l’isola di Capraia che sarebbe dovuto partire da Livorno alle 8:30.

Due per il vento forte

Molti disagi e un ferito ad Ascoli Piceno a causa del forte vento che dalla notte scorsa flagella tutte le Marche. La linea ferroviaria Ancona-Roma, nel tratto del Comune di Rosora, ha subìto rallentamenti per breve tempo a causa di materiale che il vento ha depositato sui binari. Questa mattina un uomo è rimasto ferito a causa della caduta della guaina a copertura di un tetto in via dei Sabini ad Ascoli Piceno. Soccorso dal 118 è stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale Mazzoni, in condizioni non gravi.

Sempre a causa del forte vento di queste ore, un enorme pino è caduto su tre auto. All’interno di uno dei veicoli c’era un uomo, che è finito in ospedale. L’episodio è accaduto questa mattina a Scafa (Pescara). L’uomo, 59 anni, di Lettomanoppello (Pescara), era seduto nella sua macchina in transito quando l’albero è crollato sull’auto, danneggiando in particolar modo la parte lato passeggero. L’uomo, leggermente ferito e sotto shock, è stato trasportato all’ospedale di Pescara in codice giallo per gli accertamenti. Sul posto, oltre al 118, sono intervenuti anche i vigili del fuoco. 

Sempre ad Ascoli intervento anche in piazza Sant’Agostino dove è caduto un comignolo e la zona è stata messa in sicurezza. A Tolentono i vigili del fuoco sono intervenuti per la messa in sicurezza di un’impalcatura pericolante. Alle 10 i vigili del fuoco avevano ancora 80 chiamate da evadere in tutta la regione e 90 interventi già effettuati, tra rami pericolanti, tettoie divelte, guaine isolanti staccate e cadute di calcinacci.

In Liguria avviso per burrasca forte domani

E da domani l’allerta per il vento forte riguarderà la Liguria. Il Centro Meteo Arpal ha emanato l’avviso per vento di burrasca forte su tutta la regione per la giornata di domani, mercoledì 5 febbraio. Già da oggi, martedì 4 febbraio, sono attesi venti di tramontana in progressiva intensificazione ed estensione da Ponente verso Levante, forti e irregolari su tutte le zone, con raffiche fino a 60-70 chilometri orari lungo le coste, in particolare allo sbocco delle valli e in corrispondenza dei crinali e 90-100 chilometri orari sui rilievi.

Per mercoledì 5 febbraio dalle prime ore della notte è prevista un’ulteriore intensificazione dei venti di tramontana con valori fino a burrasca forte, con raffiche fino a 70-80 chilometri orari lungo le aree costiere, in particolare allo sbocco delle valli e in corrispondenza dei crinali e oltre i 100 chilometri orari sui rilievi. Progressiva attenuazione dei venti a partire dal tardo pomeriggio di mercoledì fino a moderati in serata. (Fonte: Ansa)