Caldo, da mercoledì bollino rosso per 7 città

Pubblicato il 18 Giugno 2012 19:05 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2012 19:36

ROMA, 18 GIU – Con l'arrivo in Italia dell'anticiclone 'Scipione', l'allerta ondate di calore sale per le prossime 72 ore, quando il bollino rosso (livello tre) del ministero della Salute verra' acceso su sette citta': tutte le province del Lazio (Roma, Rieti, Viterbo, Latina, Frosinone), Perugia e Brescia. Si tratta di un indicatore che prevede le condizioni di rischio di salute, elevato e persistente per tre o piu' giorni consecutivi, per le categorie piu' esposte, bimbi e anziani in primis.

Il bollettino 'Che tempo fa' del ministero della Salute, tuttavia risparmia dal mercoledi' di fuoco Cagliari e Genova, le citta' piu' fresche, e anche quelle mitigate dalla vicinanza del mare: Ancona, Bari, Catania, Messina, Napoli, Palermo, Reggio Calabria. Ma il caldo sul territorio nazionale e' da primato continentale. E' infatti l'Italia la nazione europea piu' colpita dal caldo in questi giorni: le temperature saranno più alte anche rispetto alla Spagna e alla Grecia. Lo sottolinea "3bmeteo.com", secondo il quale "l'anticiclone Africano sara' in forma smagliante per tutta la settimana. La 'bolla calda' si intensificherà ulteriormente nei prossimi 2-3 giorni". Le giornate più calde saranno quelle di mercoledì 20 e giovedì 21 giugno, in coincidenza con l'apertura della stagione estiva. Poi qualche temporale sulle Alpi. Il caldo persisterà invece al Centro-Sud fino a sabato, da domenica possibili venti piu' freschi di maestrale.

Intanto il caldo percepito, insieme alla partita degli Azzurri, e' il tema del giorno, da Nord a Sud. La Protezione civile del Comune di Venezia, sulla base dei dati rilevati dall'Arpav – Centro Meteorologico di Teolo, informa che per oggi e domani il disagio fisico a causa dell'aumento delle temperature e' classificato come intenso sia nelle zone pianeggianti che costiere, e andra' crescendo. In Calabria l'assenza quasi totale di vento provoca una percezione del calore superiore rispetto alle temperature che si attestano sopra i 33 in molte località. Il caldo favorisce anche gli incendi. All'estero si gioca d'ingegno: contro l'ondata di caldo sopra i 40 gradi abbattutasi sul Medio Oriente, in Turchia si fa ricorso anche ai ventilatori in spiaggia per i turisti. In Italia, annuncia la Cia-Confederazione italiana agricoltori, e' boom dei consumi di frutta e verdura fresca, con un aumento della domanda che nelle grandi città supera il 5 per cento.