California, censimento squali bianchi: numero esemplari ridotto rispetto a quanto ipotizzato

Pubblicato il 14 Marzo 2011 9:18 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2011 10:28

ROMA – In California curiosa scoperta per il mondo degli squali bianchi: il primo censimento del predatore dei mari ha messo in evidenza come al largo della costa pacifica americana siano presenti ”molto meno esemplari” di quanto finora si pensasse. Attraverso l’analisi, condotta dai ricercatori dalla UC Davis e della Stanford University, è stata compiuta per la prima volta una stima scientifica del numero di squali bianchi presenti nel nord-est dell’Oceano Pacifico.

L’equipe, come riferito su Biology Letters, ha individuato i luoghi dove gli esemplari si riuniscono e, utilizzando un richiamo apposito, fotografie e metodi statistici, è riuscita ad identificare 321 esemplari di cui 219 adulti o sub-adulti. In questa categoria rientrano, spiegano i ricercatori, gli esemplari che hanno raggiunto una lunghezza di 8-9 metri.

”Questo numero ridotto è stato una vera sorpresa – ha commentato Chapple Taylor, autore principale dello studio – è una stima più bassa di quanto ci aspettassimo e anche sostanzialmente più piccola rispetto alle popolazioni di altri grandi predatori, come le orche e gli orsi polari. Nonostante ciò però – ha continuato Taylor – questo è solo il punto di partenza: ulteriori ricerche ci diranno se questo numero rappresenta una sana e vitale popolazione o un campanello d’ allarme sul possibile crollo degli squali bianchi”.

[gmap]