Capri vieta l’uso della plastica usa e getta: multe da 25 a 500 euro

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 maggio 2019 5:24 | Ultimo aggiornamento: 9 maggio 2019 19:33
Capri vieta l'uso della plastica usa e getta: multe da 25 a 500 euro

Capri vieta l’uso della plastica usa e getta: multe da 25 a 500 euro

CAPRI – L’isola di Capri vieta l’uso della plastica usa e getta, un’iniziativa mirata a proteggere la costa marina circostante, costantemente deturpata da abitanti e turisti maleducati. Chi trasgredirà verrà punito con multe salate quanto l’acqua di mare, dai 25 ai 500 euro.

Per consentire alle attività commerciali di smaltire le giacenze, nei 90 giorni successivi alla firma dell’ordinanza sarà consentita la vendita di manufatti usa e getta. Il divieto, in vigore dal 1° maggio, è stato accolto favorevolmente dal sindaco Giovanni De Martino e dal responsabile locale di Legambiente.

“È un cambiamento notevole, ma visto che stiamo salvando l’ambiente non penso che qualcuno si lamenterà”, ha commentato il sindaco mentre l’attivista Nabil Pulita ha osservato che la plastica “è un vero killer per il mare”. L’anno scorso De Martino ha dichiarato che Capri, una località popolare sin dai tempi dei Romani, “potrebbe esplodere” e  avvertito che milioni di visitatori all’anno sono “un po’ troppi”. 

5 x 1000

Contro l’inquinamento anche alle Tremiti è stata presa una decisione drastica: è scattato il divieto di utilizzo di stoviglie e contenitori in plastica, i trasgressori sono puniti con una sanzione che va dai 50 ai 500 euro. L’acqua minerale venduta in bottigliette di plastica è comunque consentita, ma dovrebbe essere gradualmente eliminata. 

Provvedimento che da solo non basta poiché “vediamo sacchetti e polistirolo trasportati dalla corrente che arrivano da altre zone ma i turisti sono contenti di impegnarsi per il bene del pianeta”, ha osservato Fentini. E anche la Puglia sta introducendo il divieto: durante l’estate bloccherà la vendita di piatti, cannucce e bicchieri di plastica. (Fonte: Daily Mail).