Castellammare di Stabia, chiazza rosso sangue in mare: ecco la causa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Luglio 2014 13:55 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2014 13:55

NAPOLI – Una chiazza color rosso sangue è apparsa nel Golfo di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, e il mistero è stato svelato. Si trattava infatti di pittura rossa scaricata da una ferramenta e che ha inquinato il mare del Golfo.

Maria Elefante su Il Mattino spiega:

“Seguendo i rivoli e con l’aiuto delle telecamere di sicurezza, polizia municipale e capitaneria hanno appurato che il tutto è nato dal titolare di una ferramenta nella zona di via Nocera al centro di Castellammare, denunciato all’autorità giudiziaria. L’impianto che utilizza per miscelare le vernici è stato sequestrato. «Il comune si costituirà parte civile per danno d’immagine – spiega il sindaco Nicola Cuomo – ringrazio la squadra ambientale dei vigili urbani che in poche ore insieme alla guardia costiera è riuscita a scoprire l’origine della chiazza rossa»”.

Non un inquinamento voluto, ma accidentale:

“Il barattolo del colorante puro di colore rosso doveva essere diluito ma accidentalmente è caduto in terra. Il liquido è stato poi spazzato via con l’ausilio di una pompa dell’acqua che ha fatto scivolare il tutto dentro le caditoie. Da qui il congiungimento alla rete fognaria fino all’immissione all’interno del rivolo che sfocia poi a mare”.

(Foto Ansa)