Clima: il riscaldamento fa i fiori più profumati fino a 9 volte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2014 11:54 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2014 11:55
Clima: il riscaldamento fa i fiori più profumati fino a 9 volte

Clima: il riscaldamento fa i fiori più profumati fino a 9 volte. (Nella foto una pianta di ginestra in fiore)

ROMA – Piogge che diventano uragani, clima impazzito, mezze stagioni addio. Ma per lo meno il global warming ci regalerà ginestre e cicorielle selvatiche fino a 9 volte più profumate. E’ quello che dice un lavoro pubblicato sulla rivista Global Change Biology alla vigilia della Conferenza globale sul clima che inizia lunedì 1 dicembre a Lima in Perù.

A fine secolo le temperature saranno fino da 1 a 5 gradi più alte di quelle registrate tra il 1850 e il 1900. Il risultato è che alcune piante migreranno a nord per inseguire il fresco, altre si adatteranno al nuovo clima. Ed è proprio per via del caldo che alcune specie potrebbero diventare fino a 9 volte più profumate da qui al 2100. I ricercatori hanno già iniziato ad osservare sette tipi di piante in diverse località della Catalogna.

Piante comuni anche nel nostro Paese: ginestra, erica, cicoriella selvatica. Facendole vivere a una temperatura leggermente più alta hanno effettivamente cambiato l’emissione di sostanze chimiche volatili: il risultato è un odore più forte che riesce ad attirare insetti impollinatori a distanza.