Clima, gli ultimi cinque anni i “più caldi mai registrati”: il report dell’ONU

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Settembre 2019 18:16 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2019 18:16
Clima, gli ultimi cinque anni i "più caldi mai registrati": il report dell'ONU

La terra arida (foto ANSA)

ROMA – Gli ultimi cinque anni, dal 2015 al 2019, sono stati il periodo più caldo mai registrato: lo rivela un rapporto dell’Onu alla vigilia di un vertice sul clima alla presenza di sessanta leader mondiali a New York. La temperatura media è salita di 1,1 °C rispetto al periodo tra il 1850-1900, secondo il rapporto pubblicato dall’OMM, l’organizzazione meteorologica mondiale, che fornisce lo stato di avanzamento sul clima.

Anche se tutti gli impegni dell’accordo di Parigi fossero mantenuti, e non acquisiti, la Terra sarà più calda di circa 3°C alla fine del secolo, avvertono gli scienziati, che chiedono cinque volte gli sforzi sul clima.

Di Maio: “E’ un’emergenza, dobbiamo cambiare in fretta”

“Sono in partenza per New York, dove parteciperò alla 74esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Saranno giorni pieni di impegni e questi appuntamenti mi stanno particolarmente a cuore perché avranno al centro un tema che è una vera e propria emergenza, italiana e mondiale: il cambiamento del clima e lo sviluppo sostenibile”. Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

“L’espressione ‘cambiamento del clima’ – aggiunge Di Maio – in realtà ci deve ricordare che la responsabilità è nostra. Non è il clima ad essere ‘impazzito’, ma siamo noi che abbiamo costruito un modello di sviluppo economico che è diventato il carnefice del nostro pianeta, della terra che ci ospita. Dobbiamo cambiare e dobbiamo farlo in fretta. Lo sviluppo economico non può più mietere vittime, ma deve essere ripensato. Ci conviene non solo dal punto di vista ambientale, ma anche economico. Ormai infatti sappiamo che l’economia sostenibile, l’economia circolare – dove non si producono più rifiuti, che, evidentemente, sono ‘errori di progettazione’, come sosteniamo da sempre – genera molti più posti di lavoro rispetto al modello attuale. Questo è un concetto che, insieme con il Presidente Conte e il Ministro dell’ambiente Sergio Costa, ribadiremo con forza lunedì al “Climate Action Summit”. 

Fonte: AFP – AGI