Clima, gli Usa notificano all’Onu il loro ritiro dagli accordi di Parigi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2019 22:34 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2019 22:34
Donald Trump, Ansa

Donald Trump (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Gli Stati Uniti hanno ufficialmente informato le Nazioni Unite dell’uscita dall’accordo sul clima di Parigi. Decisa presa da Donald Trump nel 2017. Lo ha annunciato il segretario di Stato americano, Mike Pompeo. Questo passaggio chiave, che non è stato possibile eseguire prima a causa di una clausola nel testo, innesca un conto alla rovescia di un anno prima che Washington possa effettivamente abbandonare l’accordo. “Il ritiro entrerà in vigore un anno dopo la notifica”, ha confermato il segretario di Stato Mark Pompeo in una nota. Vale a dire il 4 novembre 2020, il giorno dopo le prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti, in cui Donald Trump proverà a ottenere un secondo mandato dai cittadini americani.

Gli Stati Uniti, dice Pompeo, continueranno a offrire nel dibattito internazionale sul clima un “modello realistico e pragmatico” che mostra come “l’innovazione e i mercati aperti portano a una maggiore prosperità, minori emissioni e fonti di energia più sicure”.

Pompeo sottolinea come l’approccio degli Stati Uniti ha portato “risultati che parlano da soli: le emissioni di inquinanti atmosferici che hanno impatto sulla salute umana e sull’ambiente sono scese del 74% fra il 1970 e il 2018. Le emissioni di gas serra sono calate del 13% fra il 2005 e il 2017, anche se l’economia è cresciuta del 19%”. 

Fonte: Ansa.