Clini: "Fukushima è stata un'enciclopedia di errori"

Pubblicato il 6 Marzo 2012 20:31 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2012 20:59

ROMA – ''E' stata un'enciclopedia di errori, sia per la gestione tecnica sia per le informazioni date alla popolazione''. Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, parlando dell'incidente nucleare in Giappone causato dallo tsunami, a margine della presentazione del libro 'Fukushima' di Alessandro Farruggia. ''Avremo molti spunti – aggiunge il ministro – per capire come regolare meglio il sistema di protezione ambientale''.

A proposito del rapporto tra le agenzie di sicurezza e la centrale, Clini ha fatto presente che in questo caso ''serve un'autorita' terza''. E potrebbe essere che ''l'Italia debba ripensare il suo sistema di agenzie di protezione ambientale. Io sto lavorando su questo''. Secondo il ministro sarebbero due le questioni aperte: una di ''credibilita' delle agenzie pubbliche'', l'altra sui ''molti attori che giocano partite in ruoli diversi''.

Nel libro di Farruggia, edito da Marsilio, vengono anche messe insieme le sei concause che hanno concorso all'incidente: l'abbassamento del piano su cui e' stata costruita la centrale di circa 10 metri, la sottovalutazione del rischio sismico e quella del rischio tsunami, il design progettuale di cinque dei sei reattori, problemi strutturali dei componenti, la mancata protezione delle strutture.