Consiglio Ue, stop definitivo alla plastica monouso: dal 2021 banditi piatti, posate e cannucce

di Daniela Lauria
Pubblicato il 21 Maggio 2019 14:24 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2019 14:24
Consiglio Ue, stop definitivo alla plastica monouso: dal 2021 banditi piatti, posate e cannucce

Consiglio Ue, stop definitivo alla plastica monouso: dal 2021 banditi piatti, posate e cannucce

BRUXELLES – Stop alla plastica dal 2021: il Consiglio Ue ha dato il via libera definitivo alla direttiva che vieta gli oggetti in plastica monouso come piatti, posate e cannucce. Anche le aste per palloncini e i bastoncini cotonati in plastica dovranno essere banditi. Gli Stati membri si sono inoltre impegnati a raggiungere la raccolta delle bottiglie di plastica del 90% entro il 2029 e le bottiglie di plastica dovranno avere un contenuto riciclato di almeno il 25% entro il 2025 e di almeno il 30% entro il 2030.

Le nuove regole “sono un grande primo passo per voltare pagina”, esulta Greenpeace Europa. Secondo un’analisi Coldiretti, elaborata sulla base dei dati Eurobarometro, il 27% degli italiani ha già evitato di acquistare oggetti di plastica monouso come piatti, bicchieri o posate, rifiuti che mettono in pericolo non solo gli animali nel mare ma anche quelli in fattoria. Mucche, pecore o cavalli degli allevamenti rischiano, infatti, di restare soffocati dai residui plastici magari abbandonati nei prati a fine picnic.

Il 68% degli italiani, rileva la Coldiretti, ritiene che sarebbe opportuno pagare un sovra prezzo per questi prodotti, evidenziando così un comportamento virtuoso spinto da una crescente attenzione alla sostenibilità ambientale. Sono molto diffusi nelle campagne i rifiuti di plastica e non solo piatti, sacchetti e stoviglie per incuria dei cittadini. La Coldiretti segnala, infatti, episodi di animali morti per aver ingerito prodotti “di moda” come i resti delle lanterne cinesi, che sempre più frequentemente vengono fatte volare in cielo. (Fonte: Ansa).