Emergenza Giappone, energia elettrica razionata

Pubblicato il 13 Marzo 2011 12:48 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2011 12:54

TOKYO – Dal 14 marzo il Giappone razionerà l’erogazione di energia elettrica. Lo ha comunicato primo ministro Naoto Kan.

In una drammatica e breve conferenza stampa il primo ministro giapponese Naoto Kan ha affermato oggi che il Giappone si trova ”nel momento più difficile” dopo la resa agli alleati nel 1945 che mise fine alla Seconda Guerra Mondiale.

Il premier ha annunciato che da domani l’energia elettrica verrà razionata, con black out programmati. Riferendosi all’ incerta situazione nei due reattori nucleari danneggiati nella centrale di Fukushima, Kan ha cercato di tranquillizzare la popolazione affermando che ”non ci sarà un’ altra Cernobyl”.

Kan ha voluto ”ringraziare il popolo e i terremotati” per come hanno affrontato l’emergenza. Il premier ha sottolineato che questo momento può essere superato solo con ”la solidarietà e la compattezza”.

Kan ha poi detto che 12mila persone sono state tratte in salvo dai soccorritori, che comprendono 50mila uomini delle Forze di autodifesa, ai quali si aggiungono migliaia di poliziotti e vigili del fuoco.

Oltre duecento squadre di medici sono all’opera per portare aiuto alle vittime del disastro. Kan ha aggiunto che navi e aerei saranno usati nei prossimi giorni per rifornire la popolazione delle zone colpite dallo tsunami di cibo, acqua e medicine.