Nucleare: cala il consenso degli italiani per l’atomo. L’Ipsos lo dà al 43% contro il 51% di un anno fa

Pubblicato il 13 Maggio 2009 11:54 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2011 17:33

Scende il consenso degli italiani per il nucleare, secondo una ricerca Ipsos che verrà presentata al Festival dell’Energia di Lecce i sì sono calati al 43% dal 51% di un un anno fa. Solo l’8% del campione inoltre ha risposto che nei prossimi 20 anni “avranno successo” i Paesi che avranno investito sull’atomo contro il 25% della precedente indagine del 2008.

Secondo gli intervistati saranno invece i Paesi che avranno puntato sulle fonti rinnovabili a poter meglio contemperare sviluppo e protezione dell’ambiente. «Si tratta di dati che fanno riflettere – commenta Alessandro Beulcke, Presidente di Aris, l’agenzia che organizza il Festival dell’Energia – e che certamente sono influenzati sia dalle nettissime scelte di politica energetica di Barack Obama sia dal consistente calo del prezzo del petrolio».