Europa. Scure del maltempo, forti mareggiate, è allarme ”onde killer”

Pubblicato il 8 gennaio 2014 14:08 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2014 14:41

WAVESEUROPA – Mentre l’America è stretta dalla morsa del gelo anche dall’altra parte dell’Oceano, in Europa, si abbatte la scure del maltempo con una vera e propria emergenza di ‘onde anomale’ killer. Come nel caso francese di Biarritz, dove domenica un’ondata ha travolto tre persone che stavano guardando il faro della località basca. Solo una è riuscita a scampare alla forza del mare mentre un uomo – rimasto gravemente ferito – ed una giovane donna, tuttora dispersa, sono stati risucchiati.

E stanotte il moto ondoso è tornato a colpire: la mareggiata si è infranta su una postazione adibita al soccorso in mare, causando – secondo la stampa locale – cinque feriti e la decisione di chiudere per precauzione l’accesso alla famosa spiaggia della località francese. Ma anche in Spagna una famiglia di quattro persone che stava disperdendo in mare le ceneri di un congiunto è stata travolta. Solo una donna del gruppo è riuscita a salvarsi aggrappandosi agli scogli mentre gli altri tre sono stati trascinati dai flutti: solo un corpo, quello di un cinquantenne, è stato recuperato stamattina all’alba mentre gli altri due sono ancora dispersi e proseguono le ricerche in mare.

Onde alte diversi metri, accompagnate da piogge forti e mareggiate violente, si stanno abbattendo anche sul Regno Unito, spingendo le autorità britanniche a diramare centinaia di allerta inondazione, fra cui tre di “pericolo di vita” in Dorset, fra le zone più colpite del Paese. Nel villaggio di Chiswell sono suonate le sirene per prevenire le alluvioni e gli abitanti si sono dovuti spostare ai piani più alti delle loro case. Ad Aberystwyth, in Galles, sono invece stati evacuati 150 studenti e 100 residenti che vivono vicino alla costa.

Ed è finita sui principali media britannici la foto delle alte onde che si infrangono sulla costa gallese. Forti mareggiate stanno colpendo anche il nord Africa, con onde oltre gli otto metri sulle coste atlantiche del Marocco, dove si registrano gravi danni. Casablanca, la capitale economica con quasi cinque milioni di abitanti, è stata colpita da inondazioni con la ‘Ain Diab corniche’, una delle principali arterie stradali, allagata la notte scorsa, mentre in tutta la citt� sono stati segnalati finestre rotte, tavoli, sedie e frigoriferi che ‘galleggiano’ nei giardini circostanti.

Ad un centinaio di chilometri a nord di Rabat, invece, le ondate di rara intensità hanno strappato rocce trasportandole a diversi metri dalla riva e bloccando la strada costiera.