Galapagos, tartarughe tornano a far figli: dopo 100 anni avvistati primi cuccioli

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2015 13:50 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2015 13:55

PUERTO BAQUERIZO MORENO – Le tartarughe delle Galapagos tornano a fare figli! Dopo oltre un secolo di nascite zero, lo scorso dicembre sono stati avvistati i primi cuccioli in riva al mare. Un piccolo miracolo reso possibile grazie a un’intensa campagna di derattizzazione durata due anni sull’isola di Pinzon. Qui, nel 1960 erano rimasti solo 100 esemplari di tartarughe giganti. La loro sorte appariva ormai segnata e l’unica ancora di salvataggio era legata alla longevità della specie, la cui speranza di vita supera i 100 anni. Per oltre 150 anni nessuna covata era riuscita a sopravvivere.

Tutto è cominciato con l’arrivo sull’isola dell’uomo che, a metà del XVIII secolo, ha scatenato una vera e propria epidemia: a bordo delle navi degli esploratori sono infatti arrivati anche i ratti che hanno iniziato a predare le uova delle tartarughe impedendone la riproduzione. Di qui la corsa disperata degli ambientalisti per salvare e la creazione del Galapagos National Park e della Fondazione Charles Darwin, dove le uova amorevolmente recuperate dal loro habitat ormai invaso dai topi predatori, sono state covate e allevate in cattività.

Oggi, grazie al programma di derattizzazione, le tartarughe di Pinzòn (approssimativamente 100 delle native originarie, e altre 400 dal programma di allevamento in cattività fra i 5 e i 40 anni) hanno iniziato a ripopolare l’isola da sole così come facevano centinaia di anni fa.ù