Dall’Asia nel Golfo del Messico gamberi tigre predatori, a rischio ecosistema

Pubblicato il 8 settembre 2013 10:58 | Ultimo aggiornamento: 8 settembre 2013 10:58
Un gambero tigre

Un gambero tigre

NEW YORK, STATI UNITI – I gamberi asiatici invadono il Golfo del Messico: i crostacei, piu’ scuri e aggressivi di quelli atlantici, sono anche molto piu’ grandi, oltre ad essere voraci predatori. I gamberi tigre asiatici, spiega il quotidiano Wall Street Journal, si trovano solitamente nei tratti oceanici dal Giappone al Sudafrica.

La preoccupazione degli scienziati e’ che rischino di sconvolgere l’ecosistema locale poiche’ si tratta di animali aggressivi che si nutrono di altri gamberi, granchi e vongole. Inoltre, sono anche soggetti a malattie trasmissibili che possono causare infezioni ai gamberi locali.

”Non ho mai visto niente di simile da quando pesco gamberi”, ha detto Dennis Morrison, 49 anni, che ha lavorato nel settore per decenni. L’uomo ha raccontato al Wsj che gli enormi crostacei saltavano e non riusciva a catturarli. ”Ho capito subito che erano esemplari diversi dal solito”, ha continuato. Gli esperti affermano che i gamberi asiatici possono crescere sino a raggiungere la lunghezza di 33,5 cm e circa mezzo chilo di peso.