Giappone, la Tepco avvia l’esame delle richieste di indennizzi

Pubblicato il 13 Aprile 2011 8:48 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2011 9:24

TOKYO – La Tepco ”risponderà in modo sincero alla richiesta di indennizzi di quanti sono direttamente colpiti dalla crisi” della centrale di Fukushima, anche in funzione dei bisogni ”del futuro”. Lo ha detto il numero uno della compagnia, Masataka Shimizu, in una conferenza stampa presso il quartier generale di Tokyo, affermando che Tepco ha iniziato a elaborare piani compensativi per i danni causati.

”Su Fukushima continuerò a collaborare con governo e autorità locali e lo farò al meglio per portare la situazione sotto controllo”, ha aggiunto il manager, al lavoro da pochi giorni dopo un ricovero in ospedale per stress.

Shimizu ha anche respinto l’ipotesi di dimissioni osservando che ”la compagnia è attualmente nella situazione più critica e difficile dalla sua fondazione: in questo momento il mio compito è mettere sotto controllo la centrale, aiutare le persone costrette ad evacuare e dare garanzie sulla fornitura di elettricità”.