Il global warming? Tutta colpa degli uomini primitivi. Lo dice uno studio di un’università americana

Pubblicato il 19 agosto 2009 13:44 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2009 13:44

globalwarmingIl global warming? Tutta colpa degli uomini primitivi, che avrebbero dato il via al surriscaldamento globale attraverso una deforestazione massiccia. Lo afferma uno studio dei ricercatori dell’Università della Virginia e dell’Università del Maryland, nella contea di Baltimora.

Lo studio dice che nel corso di migliaia di anni i contadini hanno bruciato così tante foreste da pompare tutto il biossido di carbonio nell’atmosfera. Questo potrebbe aver causato il riscaldamento del pianeta e per sempre cambiato il clima.

«Sembrerebbe buon senso pensare che 5, 6, 7mila anni fa non c’erano così tante persone come oggi e che quindi non avrebbero potuto avere un così grande impatto sul clima – ha affermato William Ruddiman, professore emerito dell’Università della Virginia – Ma se si pensa al fatto che quelle persone avevano, in media, un effetto maggiore di 10 volte rispetto a noi che viviamo oggi, questo fa capire come possano aver influito pesantemente sull’effetto serra».