Inceneritore Parma, vendetta Pizzarotti e M5S: “No” del Comune all’agibilità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2013 20:57 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2013 20:57
Inceneritore Parma, vendetta Pizzarotti e M5S: "No" del Comune all'agibilità

Inceneritore Parma, vendetta Pizzarotti e M5S: “No” del Comune all’agibilità (LaPresse)

PARMA, 28 GIU – Il Comune di Parma, guidato dal sindaco del Movimento 5 Stelle Federico Pizzarotti, si prende la sua piccola vendetta sulla vicenda dell’inceneritore, dopo aver fatto una campagna elettorale tutta incentrata sul “no” e aver poi dovuto ratificare che l’inceneritore, nonostante tutto, sarebbe entrato in funzione.

Ora invece il Comune ha comunicato alla multiutility Iren ”la manifesta irricevibilità, inammissibilità e improcedibilità della domanda” di agibilità provvisoria per procedere all’accensione dell’impianto a partire da domani, sabato 29 giugno, alle 14.

Il Comune spiega in una nota che ”non può considerare ricevibile l’istanza di agibilità provvisoria presentata in data 28 giugno alle 13.01 anche in considerazione del rigetto delle varianti in corso d’opera presentate il 18 giugno scorso per modifiche intervenute sul progetto. Si tratta di 7 faldoni i cui contenuti interessano la materia ambientale, energetica (relazione L. 10/91), sismica (rapporto con le istanze sismiche presentate) e viabilistica e per cui è stata comunicata la manifesta irricevibilità, inammissibilità e improcedibilità della domanda. Si ritiene pertanto non opportuno procedere all’avvio in esercizio previa ricezione delle dovute autorizzazioni”.

5 x 1000