India: sgominata una banda di contrabbandieri di elefanti

Pubblicato il 3 Novembre 2010 21:38 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2010 23:19

Un traffico illegale di elefanti è stato sgominato nello stato nord orientale dell’Assam e cinque contrabbandieri sono stati arrestati dalla polizia. E’ quanto riporta oggi l’agenzia di stampa Ians.

Secondo il commissario P.K.Dutta, ”il capo della banda di trafficanti è stato catturato nel fine settimana nel capoluogo di Guwahati e in seguito altri cinque complici sono stati rintracciati e consegnati alla giustizia”.

L’attività dei contrabbandieri era fiorente: negli ultimi cinque anni circa 100 pachidermi sono stati catturati nelle foreste e venduti in Nepal e in altri stati indiani dove sono richiesti per le cerimonie religiose, ma anche per le zanne e la pelle.

La polizia ha anche sequestrato una femmina e il suo piccolo nascosti su un camion diretto nello stato dell’Uttar Pradesh. Secondo Dutta la banda ”aveva intenzione di vendere altri 15 esemplari”.

La scoperta del racket è stata possibile grazie alla segnalazione di un’associazione ambientalista, la Green Heart Nature Club, che ha criticato l’incapacità delle autorità locali a porre fine al traffico.

In India la vendita di elefanti è vietata ed è necessario un permesso anche solo per il trasferimento degli animali da uno stato all’altro.

In base all’ultimo censimento del 2007, in Assam esistevano 5.500 elefanti allo stato brado, la metà della popolazione totale indiana. Circa 1.500 sono invece quelli addestrati e in possesso di privati come status symbol.

[gmap]