Invasione di procioni in Lombardia: saranno portati nei “centri di detenzione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2015 15:12 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2015 15:13
Invasione di procioni in Lombardia: saranno portati nei "centri di detenzione"

Invasione di procioni in Lombardia: saranno portati nei “centri di detenzione”

BERGAMO –  Dopo l‘invasione delle nutrie in Veneto la Lombardia è alle prese con i procioni. Questi graziosi animaletti stanno proliferando nelle campagne bagnate dall‘Adda tra Fara, Cassano, Vaprio e Canonica, a volte persino fino a Ciserano, Paderno, Vercurago e Garlate, ci informa Fabio Paravisi sul Corriere della Sera.

Sembrano tanto carini, con quegli occhioni cerchiati. In realtà, però, sterminano il pollame, attaccano i cuccioli di gatti e di cani e possono anche trasmettere la rabbia. Per tutti questi motivi dal 1996 sono stati classificati fra le specie pericolose.

Così adesso la Regione Lombardia ha deciso di “eradicarli” e trasferirli in massa in Umbria. Un progetto da 30mila euro in tre anni, contro i 50mila inizialmente previsti. I procioni, infatti, in Lombardia non possono stare perché devono essere messi in appositi “centri di detenzione”, dal momento che sono animali di una specie “pericolosa”. E l’unico centro del genere che abbia posto per i procioni dell’Adda si trova in Umbria.