Petrolio nel Lambro e nel Po: stanziati 3 milioni per Veneto, Emilia e Lombardia

Pubblicato il 21 Giugno 2010 17:12 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2010 20:43

In merito allo sversamento di centinaia di tonnellate di idrocarburi nei fiumi Lambro e Po, avvenuto lo scorso febbraio, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha firmato un’ordinanza di Protezione Civile che stanzia 3 milioni di euro a favore delle regioni colpite.

Lo comunica la Protezione civile in una nota. Nel dettaglio, per garantire il rimborso dei primi interventi urgenti già sostenuti dalle 3 regioni interessate, vengono stanziati un milione di euro per la Lombardia, 1,5 milioni di euro per l’Emilia-Romagna e 500 mila euro per il Veneto. Lo sversamento di idrocarburi fuoriusciti dalla ditta Lombardi Petroli di Villasanta, in provincia di Monza – ricorda la nota -, aveva interessato le acque del Lambro e del Po, rischiando di causare un disastro ambientale senza precedenti e mettendo in grave pericolo il delicato ecosistema del delta del Po.

“Solo grazie alla tempestiva attivazione di tutte le risorse disponibili, che ha consentito il trattenimento della maggior parte degli agenti inquinanti – sottolinea la Protezione civile – è stato possibile evitare una catastrofe”. Le operazioni, coordinate dal Dipartimento della Protezione Civile, hanno visto l’impegno della regione Lombardia, dell’Emilia Romagna e del Veneto e il coinvolgimento di tutte le strutture territoriali di protezione civile, degli enti gestori degli acquedotti e dell’Enel. Per il trasferimento delle risorse stanziate, a valere sul Fondo della protezione civile, le regioni trasmetteranno al Dipartimento una dettagliata documentazione delle somme spese per fronteggiare l’emergenza, che saranno così rimborsate.