Maltempo: Eolie isolate, neve su Bologna e il Vesuvio, Liguria sotto zero

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2020 12:44 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2020 12:44
Maltempo: Eolie isolate, neve su Bologna e il Vesuvio, Liguria sotto zero

Maltempo: Eolie isolate, neve su Bologna e il Vesuvio, Liguria sotto zero (Nella foto Ansa, Bologna)

ROMA – Isole Eolie isolate, neve a Bologna e sul Vesuvio, il Piemonte che registra, a fine marzo, le temperature più rigide dell’anno, raffiche di bora a 113 km orari a Trieste: cronache di maltempo nell’Italia colpita dal coronavirus. 

Gelo in Piemonte

In Piemonte quella appena trascorsa è stata probabilmente la notte più fredda del 2020, con temperature da pieno inverno. Sul massiccio del Monte Rosa, al rifugio alpino Capanna Margherita, la minima rilevata dalla stazione Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) è stata -30°; nel parco nazionale del Gran Paradiso a Ceresole Reale (Torino) -21.4, sul monte Fraiteve, sopra Sestriere, (Torino) -17.5, a Balme (Torino) -18.8, a Formazza (Verbano-Cusio-Ossola -20.7.

Gelo anche sul lago Maggiore: -1.6 a Stresa (Vco), nel centro di Torino 0 gradi, a Cuneo città -0.4. Il tempo in Piemonte continuerà a essere freddo per altri due giorni, con quota neve questa mattina a 200 metri, in rialzo in seguito fino a 800-1000, con precipitazioni sparse, tranne che nel nord-est della regione. Sabato deciso aumento dello zero termico, che dovrebbe risalire a 2100 metri.

Frana in Calabria

La neve e le abbondanti piogge delle ultime ore hanno determinato una frana nel comune di Celico, in provincia di Cosenza. Sono stati i residenti di una palazzina, svegliati dal forte rumore, ad allertare le forze dell’ordine. Il fango e i detriti, oltre ad aver compromesso parte della struttura, hanno causato il cedimento di parte del parcheggio antistante.

Un’auto che era parcheggiata è stata trascinata dal fango ed è finita a valle. Il sindaco di Celico, Antonio Falcone, conferma che non ci sono persone rimaste ferite, e che con il supporto della Protezione Civile, considerata anche l’emergenza coronavirus, si sta lavorando alla messa in sicurezza dell’area interessata e a fornire assistenza alle famiglie coinvolte. Cinque, le persone appartenenti a due distinti nuclei familiari che sono state sistemate momentaneamente presso parenti. 

Neve in Campania

Come le previsioni avevano annunciato, nella mattinata di giovedì 26 marzo a Bologna ha cominciato a nevicare. I fiocchi hanno imbiancato il centro storico e l’intera città, con qualche centimetro in più nelle zone collinari. Più spessa la coltre di neve nelle località dell’Appennino.

Autostrade per l’Italia segnala deboli nevicate sulla A1 Milano-Napoli, tra Modena nord e il bivio con la A1, e sul tratto appenninico della stessa A1. Arpae e Protezione civile avevano emesso una allerta gialla fino alla mezzanotte del 27 marzo, per neve ma anche per vento e mare mosso.

Bora a Trieste

Seconda giornata di vento forte a Trieste con raffiche di Bora che questa mattina, verso le 8, hanno raggiunto la velocità massima di 113 chilometri orari. In mattinata e questa sera sono attese, secondo le previsioni dell’Osmer Arpa Fvg, raffiche fino ai 120 chilometri orari, mentre domani il vento tenderà a diminuire.

A causa dell’ondata di maltempo sono stati diversi, durante la notte, gli interventi del Comando provinciale dei Vigili del fuoco per la messa in sicurezza di alberi e rami, cartellonistica stradale ed edifici. Al momento sono ancora una trentina gli interventi richiesti e che saranno eseguiti nelle prossime ore. 

In Liguria attese freddo e mare grosso

Il colpo di coda d’inverno ha portato anche in Liguria le giornate più fredde dell’anno, con neve sul’entroterra del settore centro-occidentale della regione. Lo rende noto Arpal che ha emanato l’allerta gialla tra Val Bormida e Valle Stura (area savonese e genovese). L’allerta scatta oggi alle 16 ed è in vigore sino alle 11 di domani.

In queste ore si è già registrato il crollo delle temperature e raffiche di vento da nord-nord est che, questa mattina, hanno superato i 190 km/h, registrati presso la diga del lago di Giacopiane (192.6 km/h alle 7.30). Rigide le temperature notturne nell’entroterra, fra le più fredde dell’inverno appena concluso: -10.1°C a Poggio Fearza (IM, 1845 m slm), -9 a Pratomollo (GE), -8.2 a Settepani (SV). Positive, seppur a una sola cifra, le minime nei capoluoghi di provincia: Imperia 6, Savona 4.4, Genova 6.4, La Spezia 5.2. 

Il terminal contenitori Psa del porto di Genova Pra’ è fermo da questa mattina a causa delle forti raffiche di vento. Se le condizioni meteo lo consentiranno la ripresa della piena operatività è prevista alle 18.

In Sicilia Eolie isolate

Da quasi due giorni le isole Eolie sono isolate. Dopo lo Scirocco di ieri, dalla notte scorsa soffiano forti raffiche di vento da ovest che hanno anche raggiunto i 50 chilometri di velocità. Fermi ai porti aliscafi e traghetti. A Milazzo sono rimasti bloccati anche camion con derrate alimentari destinate alle isole dell’Arcipelago I veloci mezzi hanno viaggiato fino alla tarda mattinata di ieri. Alle Eolie si contano i danni dopo le violente mareggiate di ieri che hanno flagellato strade e porti con il lungomare di Canneto a Lipari allagato e pieno di detriti. (Fonte: Ansa)