Marea nera. Al via l’operazione “Static Kill” per chiudere definitivamente il pozzo

Pubblicato il 3 agosto 2010 17:33 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2010 0:10

marea neraL’unità di crisi americana che sovrintende alle operazioni legate all’emergenza marea nera ha comunicato che nel Golfo del Messico stanno per cominciare i test per la chiusura definitiva del pozzo Macondo. L’operazione, denominata Static Kill, prevede di ‘iniettare’ nel pozzo fango e cemento fino a cementarlo dall’interno. I test sono stati ritardati dopo che era stata riscontrata una perdita contenuta di petrolio dal ‘tappo’ messo il 15 luglio scorso. La perdita è stata fermata nel corso della notte.

 L’operazione e’ cominciata poco dopo le 15 locali – ha comunicato la BP – e dovrebbe durare almeno 24 ore, se non di più. In una nota diffusa intorno alle 16, ora locale, la BP precisa che l’avvio dell’intervento è stato deciso alla luce dei test effettuati in giornata, che hanno dato esito positivo.

 ”Alla luce dei risultati dei test, la BP ha cominciato a iniettare materiale (nel pozzo) nell’ambito della ‘static kill’. Obiettivo dell’operazione è quello di facilitare la chiusura e l’isolamento del pozzo. Questa misura completerà la messa in opera di pozzi di soccorso”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other