Marea Nera. Ambientalista Usa: “Anche l’Europa è a rischio”

Pubblicato il 13 maggio 2010 19:22 | Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2010 20:35

Lester R. Brown

Dopo la nube di cenere del vulcano d’Islanda, anche la marea nera del Golfo del Messico potrebbe raggiungere l’Europa. Con conseguenze questa volta non di passaggio.

Lo scenario tragico è stato formulato da Lester R. Brown, ambientalista ed economista statunitense, presente giovedì  a Trento per la conferenza stampa di presentazione del suo ultimo libro ‘Piano B 4.0’, occasione di apertura anche della Bioweek del Museo Tridentino di Scienze Naturali.

“I disastri ambientali come quello presente ora al largo della Louisiana devono indurci a cambiare subito l’uso di combustibili fossili per ottenere energia – ha detto Brown -. Il rischio attuale è che la macchia nera di petrolio possa risalire dal Golfo del Messico, portata dalla corrente del golfo, fino alla costa orientale degli Stati Uniti quindi dalla Florida arrivare fino a New York e Long Island. Da qui potrebbe attraversare l’Atlantico e arrivare fino alle coste europee”.