Ambiente

Marea nera, per il manager Bp liquidazione record e un nuovo incarico alla Tnk-Bp

Tony Hayward

Tony Hayward, l’amministratore delegato di Bp che lascerà l’incarico a partire dal primo ottobre prossimo, riceverà una sorta di indennizzo per mancato preavviso pari a poco più di 1,24 milioni di euro, e conserverà anche il diritto a ricevere dalla compagnia petrolifera una pensione di circa 700.000 euro all’anno, come previsto dal ‘pacchetto liquidazione’ milionario accordatogli dalla Bp già provata dalle perdite seguite al disastro della marea nera.

Eccone di seguito i dettagli:

Indennità di uscita. Al termine del suo incarico Hayward percepirà un’indennità contrattuale pari ad un anno di stipendio, 1,045 milioni di sterline (1,25 milioni di euro).

Salario. Fino alla sua uscita effettiva dal consiglio di amministrazione di Bp, prevista per novembre, Hayward continuerà percepire il suo salario attuale.

Pensione. L’amministratore delegato, che ha 53 anni e ha al suo attivo circa 30 anni di carriera all’interno della Bp, aveva a fine dicembre 2009 maturato contributi per la pensione del valore di circa 10,8 milioni di sterline, che gli danno diritto ad una pensione pari a 584.000 sterline all’anno, circa 700.000 euro, a partire dal compimento dei 65 anni di età. Se lo vorrà potrà cominciare a percepire la pensione già a 55 anni ma in tal caso la cifra subirebbe una decurtazione.

Azioni. Secondo BP, Hayward detiene 576.000 azioni del gruppo, più una serie di stock-option accumulate nel corso della sua carriera.

Futura remunerazione. A conclusione del suo incarico di amministratore delegato, Hayward verrà nominato direttore non esecutivo nella joint venture russa Tnk-Bp, ma i dettagli sul compenso non sono ancora noti.

To Top