Mercurio trovato nella Fossa delle Marianne, il punto più profondo del pianeta

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2020 16:32 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2020 16:32
Inquinamento, mercurio nel fosso delle Marianne

Mercurio trovato nella Fossa delle Marianne, il punto più profondo del pianeta (foto Ansa)

ROMA – A circa 9,7 chilometri sotto la superficie dell’oceano Pacifico, nella Fossa delle Marianne, il punto più profondo del pianeta, sono state trovate tracce di inquinamento antropico da mercurio, una sostanza altamente tossica.

Lo hanno segnalato durante la Goldschmidt geochemistry conference gli esperti dell’Università cinese di Tianjin, che hanno esplorato e analizzato le acque oceaniche abissali.

“Si è trattato di una vera sorpresa a una profondità così elevata”.

“Alcuni studi precedenti avevano stabilito che il metil-mercurio può accumularsi entro poche centinaia di metri dalla superficie dell’acqua, garantendo la sicurezza della fauna marina che abita le profondità dell’oceano”.

“Le nostre ricerche dimostrano però che questo potrebbe non essere vero”, afferma Ruoyu Sun dell’Università cinese di Tianjin. 

Mercurio finisce poi nell’uomo attraverso i pesci

“Il mercurio nelle acque oceaniche diventa metil-mercurio, la forma organica dell’elemento, che potrebbe essere più pericoloso per via di un processo noto come ‘bioaccumulo’, per cui i pesci più piccoli si nutrono della sostanza tossica”.

Il mercurio viene poi assimilato “dagli animali più grandi che si nutrono dei pesci piccoli”.

Poi “le sostanze tossiche non raggiungono la nostra catena alimentare”, spiega l’esperto.

Mercurio dannoso nello sviluppo dei feti

Il mercurio può essere implicato in catastrofi ambientali e particolarmente dannoso durante lo sviluppo dei feti. 

A spiegarlo è ancora Ruoyu Sun dell’Università cinese di Tianjin.

“A Minamata, in Giappone, negli anni ’50, ad esempio, il mercurio ha provocato gravi sintomi neurologici e difetti alla nascita per un gran numero di bambini”.

“Nel 2016 e 2017, grazie all’utilizzo di veicoli per l’esplorazione delle acque profonde, sono state rilevate tracce di questo pericoloso inquinante”.

Il Sun spiega ancora che il mercurio è stato trovato

“a 9,7 e 8,5 chilometri di profondità, nella Fossa delle Marianne e nella Fossa degli Yap, due dei luoghi più inaccessibili della Terra” (fonte: Agi).