Sardegna, allarme ciclone: scuole chiuse, state a casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Settembre 2015 13:03 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2015 14:18
Meteo: allerta ciclone in Sardegna e Sicilia

Meteo: allerta ciclone in Sardegna e Sicilia

CAGLIARI – Allerta ciclone in Sardegna: sos meteo con codice rosso in tutta la regione a partire dal 30 settembre. Intanto a nelle principali città sarde le scuole sono state chiuse per precauzione. E la Protezione Civile ha consigliato di non uscire di casa, a meno che non sia strettamente necessario. E l’allerta in poche ore arriverà anche in Sicilia.

Scuole chiuse a Olbia da oggi fino a venerdì 2 ottobre per l’allerta rossa. Il sindaco Gianni Giovannelli ha firmato l’ordinanza di chiusura di tutti gli istituti di ogni ordine e grado a partire da mezzogiorno: presidi e dirigenti scolastici sono stati avvertiti anche via sms per consentire agli studenti l’uscita anticipata.

Dopo Olbia, scuole chiuse anche a Nuoro, dove Il sindaco Andrea Soddu ha firmato un’ordinanza che prevede la sospensione delle lezioni in tutti gli istituti cittadini dalle 14 di oggi fino alle 24 di domani. Nella stessa ordinanza si è anche disposta la chiusura della Galleria di Mughina, simbolo della tragica alluvione del 18 novembre 2013 quando venne completamente sommersa dall’acqua, dalle 15 di oggi fino a domani notte. Sospensione delle attività anche all’Università di Cagliari a partire dalle 15 di oggi e fino alle 6 di venerdì 2 ottobre: niente didattica (lezioni, esami, esercitazioni, seminari, laboratori, collaborazioni studentesche, Erasmus) nè discussione di lauree. Il personale dell’Ateneo è invitato a lasciare gli uffici entro le 15.

Secondo la Protezione civile i fenomeni importanti e potenzialmente molto pericolosi potrebbero iniziare a intensificarsi nel pomeriggio. Si tratta di rischio idrogeologico e idraulico molto elevato. Ai sindaci viene chiesto di attuare i propri Piani di protezione civile e di regolare l’uscita mattutina delle scuole evitando i rientri pomeridiani.

Le amministrazioni comunali della Sardegna, scrive l’Ansa, devono provvedere a diffondere immediatamente le informazioni tra la popolazione. La Protezione civile ha raccomandato ai responsabili di tutta l’Isola di predisporre le misure per la tutela delle persone affinché nessuno rimanga nelle zone a rischio alluvione. L’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente con delega alla Protezione civile, Donatella Spano, sta coordinando da ieri le attività del Sistema di Protezione civile regionale per far fronte alla criticità prevista.