Meteo, arriva il weekend più rovente dell’anno (con punte di 40 gradi). Poi torna il maltempo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Agosto 2019 12:29 | Ultimo aggiornamento: 9 Agosto 2019 12:29
Meteo, arriva il weekend più rovente dell'anno (con punte di 40 gradi). Poi torna il maltempo

Gente si disseta per il caldo (fonte ANSA)

ROMA – E’ alle porte la più torrida ondata di calore dell’estate. Secondo il bollettino del ministero della Salute, domenica 11 agosto saranno ben 8 le città da ‘bollino rosso’, ossia il livello massimo di allarme che segnala “condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”. Si tratta di Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Rieti e Roma. Oggi e domani, invece, si segnala bollino rosso solo a Campobasso. Domenica, in particolare, si toccheranno i 40 gradi percepiti a Latina, 39 a Frosinone, 38 gradi a Roma e 37 a Firenze.

Il rinforzo dell’alta pressione subtropicale su tutta l’Italia garantirà condizioni di tempo stabile e clima rovente tra sabato 10 e domenica 11, con punte fino a 40 gradi. Nel corso della prossima settimana però, assisteremo al ritorno dei temporali, con annesso calo termico anche di 5-8 gradi. Il team del sito www.ilmeteo.it comunica che ci apprestiamo a vivere quello che potrebbe risultare il weekend più rovente dell’anno. L’alta pressione africana si sta nuovamente rinforzando e, a differenza delle precedenti ondate di calore, estenderà la sua bollente influenza in modo piuttosto omogeneo a tutta l’Italia con punte di 40°C diffuse su parecchie regioni. La giornata di sabato risulterà all’insegna del meteo stabile praticamente su tutto lo Stivale salvo qualche addensamento pomeridiano a ridosso dei rilievi, specie quelli del Nord. L’ulteriore espansione dell’anticiclone africano porterà già ad un deciso aumento termico in particolare sulla Val Padana, sulle regioni del Centro e sulla Sardegna. Su queste zone si potranno registrare picchi intorno ai 37-38°C come a Bologna, Ferrara, Firenze e zone interne sarde. 

Farà un po’ meno caldo lungo i litorali dove, le brezze marine, da un lato limiteranno l’aumento termico ma dall’altro manterranno un tipo di clima molto afoso in particolare sui versanti tirrenici. Ma la giornata più calda per tutti sarà in assoluto quella di domenica 11 agosto. Nonostante qualche temporale in più a ridosso delle vette alpine, in questo frangente un po’ tutta l’Italia sarà ostaggio dei venti bollenti di matrice africana, che dispenseranno un clima davvero pesante. Su alcune località della Val Padana, in Emilia ad esempio, si potranno toccare picchi fino a 39-40°C. Stesso discorso per alcune aree interne del Centro e del Sud come in Toscana, in Umbria e fino ai settori centrali e meridionali della Puglia. Laddove non si arriverà a 40°C si avranno comunque valori intorno ai 35-37°C, temperature, dunque, ben superiori alla media climatologica.

Il team del sito www.ilmeteo.it avverte che, dopo un fine settimana bollente, a partire dalla giornata di lunedì 12 agosto una perturbazione atlantica si avvicinerà al Nord portando nuovi rovesci anche a carattere temporalesco in particolare tra Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Alto Adige. I valori termici massimi sulle regioni settentrionali subiranno un vero e proprio crollo, infatti rispetto ai giorni precedenti potranno esserci diminuzioni tra 5-8°C, portando un po’ di refrigerio dopo caldo e afa. (fonte AGI)