Meteo: ondata di freddo al Centro Sud, temperature giù di 10 gradi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Dicembre 2019 11:34 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2019 11:45
Meteo Italia tra Natale e Capodanno: ondata di freddo al Centro Sud, temperature giù di 10 gradi

Meteo: ondata di freddo al Centro Sud, temperature giù di 10 gradi (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Tra Natale e Capodanno arriva il freddo in Italia. Il freddo vero, quello che fa parlare (impropriamente o no, in questo caso con cognizione di causa) di gelo artico. E per le regioni del Centro-Sud sarà la prima vera ondata di freddo della stagione, con un brusco calo termico (si parla di circa 10 gradi in meno rispetto alle temperature stagionali). Ma questa svolta invernale durerà poco e già per Capodanno le temperature torneranno a salire. E’ la previsione di Meteo Expert, secondo cui già da stanotte il tempo peggiorerà per l’arrivo di un nucleo di aria fredda sul versante Adriatico, che porterà piogge sparse e nevicate sull’Appennino oltre gli 800-1000 metri e temperature in ulteriore calo quasi ovunque.

L’arrivo di venti freddi nord-orientali nel fine settimana, spiegano i meteorologi, “darà luogo a un brusco calo delle temperature che al Centro-Sud si porteranno su valori pienamente invernali e anche inferiori alla norma. Tra sabato e domenica, infatti è attesa la prima ondata di freddo della stagione al Centro-Sud con delle nevicate fino a quote molto basse sulle regioni centrali adriatiche e al Sud”. La fase di tempo perturbato e freddo non durerà molto, secondo gli esperti di Meteo Expert, “la prossima settimana una robusta area di alta pressione si allungherà su Europa occidentale e Mediterraneo centrale, su cui trascinerà una massa d’aria di nuovo molto mite”.

“Si prospetta quindi – concludono – un Capodanno e un inizio del 2020 caratterizzati da tempo nel complesso stabile e da temperature in risalita con valori eccezionalmente miti al Nord e regioni centrali tirreniche (valori anche di 10-12 gradi sopra la norma sulle Alpi occidentali)”.

Meteo e freddo: allarme Coldiretti per le piante.

Dopo il Natale caldo con temperature del tutto anomale, a preoccupare adesso è l’arrivo del gelo sulle piante fiorite fuori stagione, con effetti disastrosi sulla raccolta dei frutti primaverile ed estiva. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti in riferimento all’allerta meteo per l’arrivo del vortice polare in quest’ultimo week end dell’anno.

“Il maltempo si abbatte sulla penisola dopo che gli effetti del caldo – sottolinea la Coldiretti – si sono fatti sentire sulla natura dove sono stati sconvolti i normali cicli stagionali con le viole che fioriscono nei prati al nord mentre al sud in Puglia gli alberi di pero a causa del clima pazzo sono già in fiore a dicembre mentre gli agricoltori raccolgono broccoli, cavoli, sedano, prezzemolo, finocchi, cicorie, bietole, tutti maturati contemporaneamente per le temperature primaverili”.

“La bolla di calore prolungata – continua la Coldiretti – risulta dannosa per le piante che, “ingannate” dalle temperature miti, hanno ripreso vita e rischiano ora di essere bruciate dalle gelate causate dal brusco abbassamento della temperatura. Il caldo – precisa la Coldiretti – è stato molto anomalo, sia in pianura, sia in collina e sia in montagna e le piante è come se si trovassero in una sorta di primavera anticipata”. “Per non creare problemi – continua la Coldiretti – la colonnina di mercurio dovrebbe ora scendere lentamente senza restare a lungo sotto lo zero”. (Fonte Ansa).