Meteo, freddo e neve sull’Italia, rischio valanghe. Da martedì migliora

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Gennaio 2015 16:28 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2015 16:28
Meteo, freddo e neve sull'Italia, rischio valanghe. Da martedì migliora

Meteo, freddo e neve sull’Italia, rischio valanghe. Da martedì migliora

ROMA – Torna il freddo sull’Italia. E questa volta è freddo polare, che porterà un calo delle temperature e neve anche sull’Appennino centrale. 

I meteorologi del Centro Epson Meteo sottolineano che il contesto climatico anche per i prossimi giorni, nonostante alcuni miglioramenti, sarà tipicamente invernale.

CENTRO E SUD – ‘La situazione resta instabile sulle regioni sull’Adriatico e all’estremo Sud per un vortice che in queste ore sta richiamando verso il nostro paese aria molto fredda, di origine polare, che farà calare ovunque le temperature. Il freddo, specie al Centrosud, sarà accentuato da gelidi venti settentrionali.

NORD – Al Nord il freddo si avvertirà soprattutto di notte e al mattino, quando a inizio settimana le temperature scenderanno diffusamente sotto zero.

RISCHIO VALANGHE – Inoltre, a causa delle abbondanti nevicate su tutto l’arco Alpino, il rischio valanghe rimane elevato. Ci sarà un rischio di grado 4 (forte) sulle Alpi Graie e su quelle Pennine e Lepontine. Rischio di grado 3 (marcato) sulle zone restanti dei rilievi alpini. A causa delle continue nevicate in Appennino, il grado di pericolo è aumentato rispetto ai giorni scorsi: domenica grado 3 in varie località. Il vento, al Centro-sud, è poi responsabile della maggiore sensazione di freddo a causa dell’effetto ‘wind-chill’: le temperature percepite, infatti, sono nettamente superiori rispetto a quanto segnato dai termometri.

PREVISIONI PER I PROSSIMI GIORNI – Un graduale miglioramento si avrà al centro-sud tra martedì e mercoledì. Tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio sarà tuttavia possibile una nuova fase di perturbazioni ed il clima sarà decisamente invernale.