Meteo, arriva caldo africano. Si toccheranno i 43 gradi. Tutte le città con allerta 2

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2019 11:17 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2019 14:31
Meteo, in arrivo eccezionale ondata di caldo africano. Si toccheranno i 43 gradi (foto d'archivio Ansa)

Meteo, in arrivo eccezionale ondata di caldo africano. Si toccheranno i 43 gradi (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Avete caldo? Attenti. Questo è solo l’inizio. Sull’Italia, infatti, si sta per abbattere un’eccezionale ondata di caldo africano proveniente direttamente dal deserto del Sahara. Tra giovedì e venerdì si toccheranno i 43 gradi nel Nord Ovest.

Secondo l’ultimo aggiornamento del bollettino delle ondate di calore del ministero della Salute, l’allerta di livello 2 (“bollino arancione”) riguarderà domani 3 città (Bolzano, Brescia e Rieti) e mercoledì 10 città (Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Perugia, Rieti e Roma). L’allerta 2 scatta in presenza di “condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili”. 

Secondo gli esperti del sito ilmeteo.it, le temperature già elevate degli ultimi giorni sono destinate a salire fino a raggiungere punte record. Tra oggi, lunedì 24 giugno, e domani il grande caldo interesserà per lo più la Sardegna, con il termometro anche oltre quota 40. Ma l’escalation di caldo sarà sensibile soprattutto da mercoledì, per toccare il suo apice tra giovedì 27 e venerdì 28: in queste due giornate al centro e al nord Italia si potranno toccare valori di caldo record con picchi fino a 41-43 gradi a nord ovest (ad Alessandria e Pavia, ad esempio) e 40 in molte aree della Pianura padana (Milano, Bologna, Ferrara, Padova) e in alcune zone interne della Toscana (Firenze). Farà caldissimo anche su Umbria e Lazio, con la colonnina di mercurio che a Perugia e Roma raggiungerà i 38-39 gradi.

5 x 1000

Andrà un po’ meglio al sud dove non si dovrebbe salire oltre i 34-35 gradi. La redazione de ilmeteo.it prevede che, secondo le ultime elaborazioni, già da sabato 29 le temperature potrebbero perdere qualche grado al nord per un primo, timido cedimento della rovente “bolla africana”. Per i giorni successivi non si intravede però ancora un deciso cambio della circolazione generale: sarà probabilmente solo il nord a godere di temperature meno soffocanti.

Fonte: Agi.