Milano, invasione di moscerini. Ats: “Fastidiosi ma non pericolosi”

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 21 Giugno 2019 9:49 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2019 9:09
Milano, invasione di moscerini. "Ma non sono pericolosi"

Milano, invasione di moscerini. “Ma non sono pericolosi”

MILANO – Innocenti ma fastidiosissimi: sono i moscerini che stanno invadendo Milano in queste sere d’inizio estate. Chiunque si trovi all’aria aperta verso il tramonto, soprattutto in periferia, non per forza nei parchi o nei giardini, ma anche semplicemente in strada o sui marciapiedi, in bicicletta, in motorino o a piedi si ritroverà a fare i conti con loro. 

Abiti che diventano un cimitero di queste bestiole, che finiscono anche intrappolate nei capelli e a volte persino in bocca. Sono sicuramente meno fastidiose delle zanzare, ma comunque assai poco piacevoli. Anche perché viaggiano a nugoli. 

Dopo un certo allarme diffuso sul web, l’Agenzia di Tutela della Salute ha spiegato che i moscerini, quanto meno, non sono pericolosi per l’uomo, e più precisamente “non sono all’origine di problematiche igienico sanitarie quali quelle che si ingenerano per presenza di roditori o parassiti vari, colonizzazione di piccioni su tetti o balconi degli stabili”. “Sicuramente – ammette l’Agenzia al Corriere della Sera – non si esclude che possano essere anche molto fastidiosi quando presenti in grande quantità ma non dannosi e in grado di trasmettere o veicolare agenti patogeni per l’uomo”.

5 x 1000

L’invasione anomala è causata dalla primavera piovosa, con un maggio che ha colmato il vuoto idrico lasciato da un inverno soleggiato e secco. Gli acquazzoni di questo inizio giugno, poi, non hanno fatto che esasperare la situazione. E così questi piccoli insetti acquatici della famiglia dei chironomidi hanno invaso l’aria milanese, già di suo non propriamente salubre e profumata. 

Per fortuna, viene da dire, questi moscerini hanno vita piuttosto breve, non più di tre settimane, in genere. Ma il fastidio resta. In attesa che le zanzare prendano il loro posto. E a quel punto, forse, si rimpiangeranno anche questi piccoli, fastidiosissimi moscerini. (Fonte: Corriere della Sera)