Nature: “Vendiamo le balene per salvarle dall’estinzione”

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 15:11 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 15:33

ROMA – Balene in vendita per la loro salvaguardia: e' la proposta di tre ricercatori, che su Nature lanciano l'idea di un 'mercato delle balene' che assegni un prezzo ad ognuno di questi cetacei. Le quote per le balene potrebbero essere vendute o acquistate e di conseguenza il numero di balene cacciate dipenderebbe da chi possedera' le quote, in una strategia giudicata piu' efficace rispetto agli attuali bandi.

Nonostante il divieto di caccia alle balene, il numero di balene uccise e' piu' che raddoppiato dai primi anni '90, scrivono Christopher Costello, Steven Gaines dell'universita' della California a Santa Barbara e di Leah Gerber e dell'universita' dell'Arizona a Tempe. Finora, i gruppi pro-caccia e anti-caccia alle balene non sono riusciti a raggiungere un accordo che soddisfi entrambe le parti.

Nel 2010 le nazioni che si oppongono alla caccia alle balene avevano proposto una posizione di compromesso che avrebbe stabilito quote per la caccia alle balene, riducendo il totale delle balene catturate. Ma, dopo molte dispute l'accordo e' saltato. Una soluzione, secondo i ricercatori, potrebbe essere creare un mercato delle balene dove le quote possano essere comprate e vendute e dove il numero di balene cacciate dipendera' da chi possedera' le quote.

Tale mercato, sottolineano i tre ricercatori, ha le potenzialita' di soddisfare meglio entrambe le parti, e contemporaneamente migliorare la conservazione delle balene. Si calcola che il profitto dei balenieri per ogni balena vada da un minimo di circa 13.000 dollari a un massimo di 85.000 dollari.

''Sono cifre – scrivono – che sono alla portata dei gruppi che si adoperano per la salvaguardia delle balene''. In genere, proseguono i ricercatori, si spendono infatti complessivamente almeno 25 milioni di dollari l'anno per contrastare la caccia alle balene.

La Sea Shepherd Conservation Society, per esempio, stima che la sua multimilionaria campagna del 2008 abbia salvato 350 balenottere nelle acque antartiche; quelle balene potrebbe essere stato 'acquistate' in un mercato delle balene per meno di 4 milioni di dollari.