Nuova Zelanda, spiaggiate 28 balene sull’isola di Stewart

Pubblicato il 15 Febbraio 2010 10:07 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2010 10:07

Ventotto balene pilota sono morte dopo essersi spiaggiate sull’isola neozelandese di Stewart. Le balene erano state avvistate dall’equipaggio di un’imbarcazione che transitava lungo le coste della West Ruggedy Beach, che ha avvisato il dipartimento ambientalista; ma quando il suo personale è arrivato sul posto, non c’è stato nulla da fare. Le balene erano sparpagliate lungo 700 metri della spiaggia: nove di loro erano già morte, ma il forte vento e le onde altissime hanno impedito di tentare il salvataggio delle altre; e non c’è stata alternativa che giustiziare anche le 19 restanti.

«Stavano abbastanza bene», ha spiegato Brent Bevan, responsabile biodiversità del dipartimento, «ma le condizioni metereologiche erano così pessime che sarebbe stato troppo pericoloso tentare di fare alcunché». Trovare balene spiaggiate sull’isola di Stewart è abbastanza insolito, l’ultimo caso avvenne nel 2003 quando morirono quasi 160 cetacei.

Purtroppo però lo spiaggiamento di balene è sempre più frequente: quindici sono morte il mese scorso vicino Christchurch, nell’Isola del Sud, nel dicembre ne morirono altre 105 su un altro litorale, sempre sull’Isola del Sud; altre 21 balene pilota si sono spiaggiate sull’Isola del Nord.