Orsa Daniza, riaperta inchiesta: indagato veterinario

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Febbraio 2015 15:56 | Ultimo aggiornamento: 12 Febbraio 2015 15:56
Orsa Daniza, riaperta inchiesta: indagato veterinario

(Foto d’archivio)

TRENTO –  Riaperta l’indagine sulla morte dell’orso Daniza: indagato il veterinario che ha preparato la dose per narcotizzarla durante la cattura. Il giudice per le indagini preliminari di Trento, ha spiegato la Lav (Lega antivivisezione) al Secolo XIX, ha  

“ritenuto che si potesse configurare la responsabilità del veterinario che ha preparato la dose per narcotizzare Daniza, e per questo ha depositato il provvedimento con il quale ha respinto la richiesta di archiviazione della Procura di Trento e chiesto l’iscrizione nel registro degli indagati per il veterinario”.

La Procura aveva osservato che l’ordinanza di cattura di Daniza era stata adottata seguendo il piano di azione per la conservazione dell’orso bruno sulle Alpi.

Ma secondo il giudice il veterinario non avrebbe avuto

“un’adeguata capacità di contrastare in modo efficace la complicanza della narcosi sostanziatasi nell’ipossiemia indotta dall’uso della medetomidina. Nel momento topico si è verificato un inappropriato approccio da parte del veterinario”.