Pesca, Ue: "Non ci sarà una "guerra" per il tonno rosso"

Pubblicato il 21 ottobre 2011 18:38 | Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2011 19:00

LUSSEMBURGO, 21 OTT – Non ci sara' quest'anno la guerra per il tonno rosso: appare positivo infatti l'andamento della campagna di pesca 2011 e quindi non dovrebbero esserci sostanziali cambiamenti per il settore nel 2012. E' quanto emerge al termine del Consiglio dei ministri della pesca dell'Ue, oggi a Lussemburgo, a poco meno di un mese dall'assemblea dell'Iccat (la Commissione internazionale per la conservazione dei tonni dell'Atlantico) che dovra' pronunciarsi come ogni anno sia sulla situazione delle risorse di tonno rosso sulla base di dati scientifici, sia sulla fissazione delle quote di pescato per il 2012.

In vista dell'assemblea dell'Iccat, a meta' novembre in Turchia, sono stati avviati contatti preliminari e – precisano le fonti – ''alla luce di quanto e' avvenuto nella campagna 2011, non dovrebbero esserci sostanziali cambiamenti per quanto riguarda le quote di tonno rosso''.

Va ricordato che da diversi anni le quote di tonno rosso sono state progressivamente ridotte ed e' stato introdotto per il settore un piano di protezione e di ricostituzione delle risorse. L'obiettivo: ricreare lo stock ottimale e sostenibile di tonno rosso al 2022.