Tornano neve e pioggia nel Centro e nel Nord: le previsioni meteo del 25 e 26 gennaio

Pubblicato il 25 Gennaio 2011 8:14 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2011 8:25

Dopo il freddo degli ultimi giorni, un’altra ondata di maltempo sta per abbattersi sull’Italia a partire dal 26 gennaio. Neve e pioggia torneranno a flagellare soprattutto le regioni settentrionali e quelle centrali del Paese. Ecco le previsioni meteo del 25 e del 26 gennaio fornite dal servizio dell’Aeronautica militare.

Martedì 25 gennaio

Situazione: residua instabilità al mattino sulle zone ioniche ma con tendenza ad aumento della pressione sul nostro paese. Tempo previsto fino alle 24 di oggi.

Nord: iniziali condizioni di tempo stabile e soleggiato, con tendenza, dalla tarda mattinata, ad aumento della nuvolosità sulle regioni orientali, sulla Liguria di levante e sull’Emilia; le precipitazioni si presenteranno dalla sera sul settore orientale ligure, con deboli nevicate nell’entroterra.

Centro e Sardegna: cielo in genere sereno o poco nuvoloso un po’ ovunque ad eccezione dell’alta Toscana e delle Marche dove la nuvolosità si intensificherà durante la mattinata, con deboli fenomeni associati, specialmente sul versante tirrenico. Qualche nube attesa dalla serata anche sulla Sardegna occidentale e sul Lazio.

Sud e Sicilia: residue condizioni di variabilità al mattino sulle zone ioniche con qualche debole pioggia sulla Puglia meridionale, cielo generalmente sereno sulle altre zone, con annuvolamenti un po’ più consistenti sulla Calabria dal pomeriggio, molto nuvoloso o coperto sulla Sicilia; deboli piogge dal pomeriggio su reggino e sul settore Ionico dell’isola.

Temperature: massime in lieve calo al sud e sulle regioni nord occidentali.

Venti: deboli variabili al centro-nord; inizialmente moderati settentrionali al sud con rinforzi sul Salento, tendenza ad attenuazione della forza durante il pomeriggio.

Mari: molto mosso lo Ionio e il basso Adriatico; mosso il Mare ed il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia ed il Tirreno meridionale orientale; poco mossi i restanti bacini.

Mercoledì 26 gennaio

Nord: velature sulle aree alpine e prealpine; sulle altre zone il cielo si manterrà molto nuvoloso o coperto con precipitazioni sparse, più concentrate sulla Liguria di levante, con quota neve intorno ai 1.000 metri.

Centro e Sardegna: la nuvolosità diverrà man mano più consistente durante la giornata con piogge che al mattino interesseranno l’alta Toscana, le coste tirreniche e sporadicamente la Sardegna e che dal pomeriggio si estenderanno a tutte le regioni ad eccezione delle Marche meridionali e dell’Abruzzo.

Sud e Sicilia: condizioni di relativo maltempo sulle coste campane e sulla Sicilia con piogge sparse; sulle restanti regioni al mattino il sole splenderà un po’ ovunque, mentre dal pomeriggio si assisterà ad una graduale intensificazione della nuvolosità a partire dai restanti settori tirrenici.

Temperature: minime in lieve diminuzione sulle aree alpine e prealpine, in aumento sul restante nord e sulle regioni centrali tirreniche, senza variazioni di rilievo altrove; massime stazionarie al nord, in aumento al centro-sud.

Venti: deboli variabili un po’ ovunque tendenti a divenire meridionali nel pomeriggio con locali rinforzi.

Mari: da mosso a molto mosso il Mar di Sardegna; mossi il Canale di Sardegna, il Mar Ligure, il Tirreno centro-settentrionale e lo Stretto di Sicilia sottocosta, lo Ionio meridionale; poco mossi i restanti bacini.