Meteo, da martedì calano le temperature: arriva l’aria artica

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Aprile 2020 12:15 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2020 12:15
Coronavirus, seconda ondata colpa del freddo: tesi dell'epidemiologo Martin Blachier

Meteo, da martedì calano le temperature: arriva l’aria artica (Foto archivio Ansa)

ROMA  –  Addio clima quasi estivo, almeno per qualche giorno: a partire da martedì 14 aprile si chiude la lunga fase di tempo soleggiato e caldo anomalo, dicono le previsioni meteo. 

Già nella giornata di lunedì 13 aprile nuvole in aumento e qualche pioggia in arrivo, mentre tra martedì e mercoledì l’Italia sarà lambita da una massa di aria artica con temperature in brusco calo e una breve fase di tempo instabile.

Sole e clima mite torneranno però protagonisti già nella seconda parte della settimana per un nuovo rinforzo dell’alta pressione.

Queste le previsioni dei meteorologi di Meteo Expert: “Il vasto campo di alta pressione che per molti giorni ha determinato condizioni di tempo soleggiato e clima eccezionalmente mite darà i primi segni di cedimento in questa giornata di Pasquetta, quando è previsto l’avvicinamento di una debole perturbazione dal Mediterraneo occidentale. Il passaggio di questo sistema nuvoloso sarà accompagnato da un generale aumento delle nuvole e, tra questa sera e la giornata di domani, da deboli e locali piogge in molte regioni del Centro-Sud”.

Le temperature, proseguono gli esperti, “si ridimensioneranno leggermente specie nelle regioni del Centro-Nord, dove negli ultimi giorni abbiamo toccato i picchi più elevati”.

Un cambio più significativo della situazione si verificherà tra martedì pomeriggio e mercoledì, a causa di un fronte freddo in discesa dall’Europa settentrionale che, attraversando la Penisola Balcanica, lambirà anche il nostro Paese: nella seconda parte di martedì il suo arrivo accentuerà l’instabilità e il rischio di piogge sulle regioni del medio e basso versante adriatico.

Questo sistema nuvoloso, sicuramente più attivo, sarà accompagnato anche da un deciso rinforzo della ventilazione e da una massa d’aria fredda che causerà un generale ma temporaneo calo termico, sensibile soprattutto lungo il versante adriatico.

Successivamente, nella seconda parte della settimana, concludono gli esperti, “è molto probabile un nuovo rinforzo dell’alta pressione che riporterà tempo stabile e temperature in deciso rialzo”. (Fonte: Ansa)