Ambiente

Previsioni tempo. Lunedì 6 gennaio: schiarite al Nord e Centro, pioggia sud

Previsioni tempo. Lunedì 6 gennaio: schiarite al Nord e Centro, pioggia sud

Previsioni tempo. Lunedì 6 gennaio: schiarite al Nord e Centro, pioggia sud

ROMA – Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: una vasta perturbazione atlantica attualmente estesa dalle regioni nord-occidentali alla Tunisia determina diffuse condizioni di instabilità al centro-nord e si dirige velocemente verso le regioni meridionali. Tempo previsto fino alle 24 di oggi.

Nord: cielo inizialmente coperto, con precipitazioni isolate o sparse sul settore orientale dell’Emilia Romagna mentre saranno diffuse sul resto del nord e potranno anche essere intense ed abbondanti su Liguria orientale e Friuli Venezia Giulia: migliora nel pomeriggio sulle regioni occidentali con schiarite via via più ampie ed in rapida estensione verso est, con residue precipitazioni serali limitate a Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Quota neve sul settore alpino centro-orientale intorno 1.200 metri, intorno 700 metri su quello occidentale e localmente a quote inferiori sul cuneese.

Centro e Sardegna: nuvolosità diffusa su Marche ed Abruzzo ma con precipitazioni più frequenti su aree appenniniche ed aree interne limitrofe, in miglioramento durante il pomeriggio ad iniziare dalle Marche; cielo molto nuvoloso o coperto sul resto del centro con precipitazioni inizialmente diffuse, localmente anche temporalesche, e che potranno risultare intense su alta Toscana, Lazio centro-meridionale e Sardegna occidentale: migliora dal tardo pomeriggio ed in serata su Toscana ed Umbria. neve sui rilievi appenninici a quote superiori ai 1.500 metri.

Sud e Sicilia: su Molise, Puglia e settori ionici peninsulari nuvolosità irregolare in intensificazione, con sporadiche o isolate precipitazioni al mattino e sparse nel pomeriggio, in miglioramento dal tardo pomeriggio/sera su Molise e Puglia garganica; molte nubi sul resto del sud con precipitazioni sparse, localmente temporalesche, sulla Campania ed in rapida estensione alle rimanenti aree, con fenomeni più frequenti dalla tarda mattina e nel pomeriggio e potranno risultare localmente intensi sulla Campania.

Temperature: minime in calo su Liguria e Sardegna, in aumento al sud, sulle centrali adriatiche e su Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia massime in diminuzione sulle due isole maggiori e su Umbria, Abruzzo, regioni centro-meridionali tirreniche e Liguria orientale, in aumento sulla pianura padana, stazionarie sulle restanti zone.

Venti: forti dai quadranti occidentali sulla Sardegna; forti da sud-ovest su Liguria, Toscana e Lazio, in attenuazione e rotazione da nord sulla Liguria ed, in serata, sulla Toscana; da moderati a forti da sud-ovest sulle regioni del basso Tirreno, in rotazione dai quadranti occidentali; da moderati a forti meridionali sulle restanti regioni centro-meridionali e sulle coste dell’alto Adriatico, con i rinforzi maggiori su Molise e Puglia; deboli in prevalenza meridionali sul resto del nord, in rotazione dai quadranti settentrionali.

Mari: molto agitati Mar Ligure, Canale e Mare di Sardegna, quest’ultimo anche grosso sul settore nord, con moto ondoso in diminuzione sul Mar Ligure; mosso lo Ionio e molto mossi i restanti mari, tutti con moto ondoso in aumento: fino a localmente agitato il medio basso Adriatico e fino a localmente molto agitato lo Stretto di Sicilia ed il settore centrale e sud-occidentale del Tirreno

Previsioni del tempo di lunedì 6 gennaio. Migliora in tutta Italia

Nord: qualche addensamento ancora consistente al primo mattino sul Friuli-Venezia Giulia e sull’alto Veneto con qualche residuo piovasco, ma con tendenza a schiarite via via più ampie già nel corso della mattinata; annuvolamenti bassi sul settore centrale della Pianura padana con foschie dense e locali nebbie che tenderanno a diradarsi parzialmente durante la giornata per poi tornare ad intensificarsi dopo il tramonto. Maggiori rasserenamenti sul settore alpino centrale mentre non mancherà qualche annuvolamento poco significativo in veloce transito su quello occidentale.

Centro e Sardegna: molte nubi sul settore Adriatico, con associate piogge sulle Marche; nuvolosità irregolare sul basso Lazio e Sardegna meridionale, mentre schiarite anche ampie interesseranno le restanti zone. Dal pomeriggio tendenza a rasserenamenti quasi ovunque, pur con qualche residuo annuvolamento sulle coste dell’Abruzzo ma con scarsa probabilità di fenomeni.

Sud e Sicilia: cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto su Puglia, Calabria e Sicilia con precipitazioni sparse, più frequenti in area ionica e sul settore meridionale dell’isola; nubi irregolari sulle restanti zone ma con tendenza a schiarite via via più estese dal pomeriggio, ad iniziare dalle zone più settentrionali e dalla Campania.

Temperature: minime in diminuzione su tutte le regioni, specie su quelle centrali; massime in lieve diminuzione sulle coste adriatiche e sul versante ionico, in lieve aumento su Sardegna, Liguria e settore alpino occidentale, stazionarie altrove. Venti: moderati settentrionali su coste adriatiche centro-meridionali, settore orientale della Sardegna e settore occidentale della Sicilia; deboli mediamente settentrionali sulle restanti zone del centro-sud, di direzione variabile al nord. Mari: da molto mossi ad agitati il Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia ma con moto ondoso in attenuazione; da mossi a molto mossi i restanti bacini ma con tendenza all’attenuazione, più rapida sui mari settentrionali..

To Top