Italia sotto zero: strade ghiacciate, autostrade bloccate. I disagi maggiori in Toscana

Pubblicato il 18 Dicembre 2010 16:24 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2010 17:11

Fine settimana all’insegna del freddo, del gelo e della neve. Dopo la giornata di venerdì che ha creato non pochi disagi in tutta Italia, a causa delle abbondanti nevicate e gelate, oggi e domenica continuerà a fioccare anche se in maniera meno copiosa dato anche un graduale rialzamento delle temperature. I disagi maggiori si sono avuti in Toscana, dove neve e ghiaccio hanno paralizzato l’autostrada A1. Il governatore Rossi ha annunciato una class action nei confronti di Autostrade per l’Italia, Anas e Ferrovie dello Stato.

Previsioni meteo. Queste le previsioni del tempo per oggi: al Nord residui addensamenti su nord-est con deboli nevicate a bassa quota in attenuazione nel corso della mattinata; poco nuvoloso sulle restanti regioni; estese gelate sulle zone pianeggianti; nel corso della nottata si assisterà ad un aumento della nuvolosita sull’arco alpino centro-occidentale.

Centro e Sardegna: poco nuvoloso sulla Toscana; nubi sparse sulle altre regioni con addensamenti associati a precipitazioni sparse, anche nevose a quote intorno ai 500-600 metri nelle aree appenniniche; dal pomeriggio deciso miglioramento all’insegna del cielo in genere sereno salvo passaggio di velature sulla Sardegna meridionale dal tardo pomeriggio.

Sud e Sicilia: nuvolosità irregolare a tratti intensa con associate precipitazioni piu frequenti su Campania, Basilicata e Calabria in graduale trasferimento alle regioni ioniche; deciso miglioramento nel pomeriggio-sera salvo la permanenza di velature sulla Sicilia.

Temperature: in aumento al centro-sud; dalla sera tendenza a nuova temporanea diminuzione specie sulle regioni settentrionali.

Queste invece le previsioni per la giornata di domenica: al Nord graduale aumento della nuvolosità su tutte le regioni con precipitazioni sulle aree alpine centro-occidentali che interesseranno anche Liguria e Piemonte durante la seconda parte della giornata sottoforma di nevicate anche a quote quote collinari.

Centro e Sardegna: molte nubi sulla Sardegna con piogge e rovesci sparsi già in mattinata. La nuvolosità ed i fenomeni si trasferiranno anche alle regioni peninsulari su Lazio, dalla tarda mattinata, e sulle rimanenti aree dal pomeriggio. Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso a partire da 800-1000 metri.

Sud e Sicilia: nuvolosità in arrivo nel corso della mattinata sulle regioni peninsulari con piogge o rovesci su Campania e settori tirrenici di Basilicata e Calabria in estensione a Molise e puglie nel primo pomeriggio. Temporanea attenuazione dei fenomeni verso sera e nuove precipitazioni, comunque piu’ isolate nel corso della notte.

Temperature: stazionarie al nord; in diminuzione sulle regioni peninsulari del centro e del sud sia nei valori minimi che in quelli massimi; in lieve aumento le minime e le massime sulle due isole maggiori.

Emergenza in autostrada. Situazione caotica sulla A1, specie nei pressi dell’autostrada. Un tratto dell’autostrada del Sole è stato chiuso e successivamente riaperto.

Situazione ingarbugliata tra Firenze e Arezzo: migliaia di auto sono state bloccate per circa venti ore – dalle 15 di venerdì – dopo le abbondanti nevicate che hanno paralizzato il centro Italia e in particolare la Toscana. La coda tra Valdarno e Firenze sud, in direzione nord, ha raggiunto i 38 chilometri e migliaia di persone hanno trascorso la notte al gelo. Ci sono camion e auto abbandonati: in molti hanno preferito raggiungere a piedi l’abitato più vicino.

Class action. Il presidente della Regione Toscana, Filippo Rossi, ha annunciato una class action per i disagi conseguenti al maltempo: “Denunceremo tutti alla procura della Repubblica: Mauro Moretti di Ferrovie dello Stato, Pietro Ciucci di Anas, e i Benetton di Società Autostrade per l’Italia”.

Secondo il governatore ”sono queste persone i responsabili” dei disagi registrati tra ieri e oggi in Toscana, a seguito dell’abbondante nevicata che ha interessato gran parte della regione. ”Chiederemo poi i danni – ha aggiunto – e metteremo tutti davanti alle loro responsabilità. Sto inoltre promuovendo una class action dei cittadini per supportare la loro richiesta di danni, ed abbiamo già centinaia di segnalazioni”.

Anas apre verifica ispettiva. L’Ispettorato della vigilanza sulle concessioni autostradali dell’Anas ha disposto una ”verifica ispettiva” in seguito al caos sulle autostrade dopo l’ondata di maltempo. ”A seguito del blocco della circolazione, avvenuto nella giornata di ieri e conclusosi soltanto nella giornata odierna, su alcune tratte della rete autostradale in concessione, A1 Milano-Napoli area fiorentina, A12 Livorno-Rosignano e A24 Roma-L’Aqulila, a seguito delle intense precipitazioni nevose, l’Ispettorato di Vigilanza sulle Concessioni Autostradali dell’Anas (Ivca) – si legge in una nota – ha aperto una verifica ispettiva atta a verificare l’operato delle società concessionarie nella gestione delle emergenze e individuare le eventuali responsabilità da parte delle società stesse, circa il mancato rispetto della normativa”.

Matteoli convoca vertici Anas, Fs, Autostrade. La convocazione urgente di Anas, Fs, Autostrade e Protezione civile è stata decisa dal ministro dei Trasporti, Altero Matteoli. La riunione si terrà lunedì pomeriggio e servirà per ”il punto sull’emergenza maltempo e si verificheranno l’origine e le ragioni dei disagi per l’utenza registratisi ieri ed oggi”. ”Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, – è scritto nel comunicato – ha convocato per lunedì prossimo 20 dicembre, alle ore 16,30, i vertici della Protezione Civile, dell’Anas, delle Ferrovie dello Stato e delle Concessionarie autostradali. Nel corso della riunione si farà il punto sull’emergenza maltempo e si verificheranno l’origine e le ragioni dei disagi per l’utenza registratisi ieri ed oggi”.