Ambiente

Russia, continua l’emergenza: oltre 60 le vittime, 700 ricoveri

È  salito a 62 il numero dei decessi direttamente collegati agli incendi e alle ondate di calore in atto in Russia. Lo ha detto  Bettina Menne, responsabile Cambiamento Globale e Salute di Oms Europa, aggiungendo che al momento sono 700 le persone ricoverate o che hanno ricevuto cure d’urgenza presso le strutture sanitarie russe.

”Le autorita’ russe stanno facendo di tutto per spegnere questi incendi ma si tratta di torba che tende a riaccendersi, anche sotto terra”, spiega Bettina Menne, aggiungendo che dall’estrema periferia moscovita sono stati sgomberate 1.200 persone a causa degli incendi.

”Il ministro della Salute russo ha ordinato al personale sanitario di lavorare 24 ore su 24, 7 giorni su 7 – aggiunge la Menne – e l’Oms sta operando in stretto coordinamento con loro”.

Anche i vigili del fuoco russi pagano un tributo: sono due le persone morte nella lotta contro gli incendi intorno al centro nucleare militare di Sarov, 500 km a est di Mosca. Si tratta di Vasili Tezetev, 22 anni, comandante di un battaglione di artiglieria, e di Vasili Veshkin, delle truppe dell’interno, aiutante di un ufficiale di una struttura penitenziaria.

To Top