Smog al Nord. Domenica 2 febbraio senza auto a Milano. Dal 28 gennaio traffico limitato nella Pianura padana

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Gennaio 2020 10:39 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2020 10:39
Smog al Nord. Domenica 2 febbraio senza auto a Milano. Dal 28 gennaio traffico limitato nella Pianura padana

Milano, torna l’emergenza smog (Ansa)

ROMA – Domenica 2 febbraio Milano sarà chiusa alla circolazione delle auto. Lo ha annunciato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, sulla sua pagina Facebook, in un post in cui spiega che “le condizioni attuali” dell’aria in città “mi inducono a intervenire in modo contingente”.

“Ho chiesto agli uffici di verificare i dettagli operativi e domani saremo più precisi – ha proseguito -. Milanesi e turisti si preparino a trascorrere una giornata in città a piedi, in bici, sui mezzi pubblici ed elettrici”. I valori del Pm10 infatti “hanno nuovamente sforato i livelli di guardia. E le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni non lasciano sperare in una diminuzione delle concentrazioni di polveri nell’aria. Quella per l’ambiente è una battaglia di lungo periodo, che si realizza attraverso misure strutturali e scelte di ampia visione”, ha concluso.

Pianura padana, da domani restrizioni ai diesel

Milano non è l’unica città del Nord interessata dall’emergenza smog nella Pianura Padana. Domani 29 gennaio traffico limitato da Torino con la sua area metropolitana a Milano e altre otto province della Lombardia. Dal Veneto dove scatta l’allarme arancione all’Emilia Romagna dove risultano coinvolti 22 comuni. Saranno penalizzati in particolare i veicoli diesel Euro 4 compreso.

Dopo una settimana con pioggia e vento che hanno ripulito l’aria dalle polveri sottili, il livello di Pm10 è risalito oltre i limiti. Costringendo le amministrazioni locali ad adottare le misure di limitazione del traffico, secondo quanto previsto dal ‘Nuovo Accordo di Programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano’.

Le misure temporanee di primo livello (dallo stop ai veicoli diesel sino a euro 4 alle misure relative a riscaldamento degli edifici ai liquami zootecnici in agricoltura sino al divieto assoluto di falò, barbecue, fuochi d’artificio), saranno attivate nei Comuni con più di 30.000 abitanti. E in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Milano, Monza, Cremona, Pavia, Bergamo, Como, Lodi, Varese e Mantova. In vista di imminenti condizioni atmosferiche più favorevoli alla dispersione delle polveri sottili, la Regione rivaluterà il mantenimento delle restrizioni. (fonte Ansa)