Terremoto Roma 11 maggio: anche la stampa internazionale si mobilita

Pubblicato il 10 Maggio 2011 12:52 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2011 12:57

ROMA – Ormai è diventato argomento del giorno, anche perchè un giorno manca all’11 maggio, data in cui secondo le previsioni di Raffaele Bendandi un forte terremoto colpirà Roma. Tra psicosi e scettici anche la stampa internazionale, perfino quella cinese, ha dedicato un articolo al riguardo.

Secondo i sismologi americani l’evento molto probabilmente non ci sarà, almeno a quanto sostiene Tom Parson, geofisico del U.S Gelogical Survey. “Per predire un terremoti, serve un segnale precursivo di qualche genere, e noi non abbiamo avuto alcun segnale rilevante di una qualche attività sismica, nei dintorni di Roma”. Insomma, i sismologi americani, così come quelli del resto del mondo, dicono che le possibilità che domani accada qualcosa sono prossime allo zero.

Eppure l’interesse c’è, ed è arrivato lontano, tanto che anche il China Post ne parla, definendolo terremoto fregatura, mentre l’International Business Time dice che i romani ne stanno facendo una malattia, di questa faccenda, e in molti sono spaventati. Il giornale di satira Weekly World News non si fa scappare la succulenta notizia e conclude il pezzo dicendo che il papa sta facendo tutto il possibile per evitare che accada il peggio.

Anche gli spagnoli si occupano della predizione di Bendandi, e alcuni addirittura pensano che tale profezia ha avuto il potere di paralizzare Roma.